Home Smartphone Motorola G8 Power Lite: svelate parte delle caratteristiche tecniche

Motorola G8 Power Lite: svelate parte delle caratteristiche tecniche

0
283
Motorola G8 Power Lite

La famiglia di Motorola G8 continua ad allargarsi di nuovi elementi. Dopo la presentazione della versione G8 Power presentata a fine febbraio, e la versione standard svelata ad inizio di marzo, all’appello ora manca la versione G8 Power Lite. Certificato in Thailandia a metà del mese scorso, sul web sono iniziate a circolare le prime immagini di questo nuovo smartphone della casa statunitense e sopratutto comincia a delinearsi anche il quadro delle caratteristiche tecniche.

Motorola G8 Power Lite: caratteristiche tecniche

A darci maggiori informazioni ci ha pensato Google Play Console che ha dato conferme oltre sul design anche su alcune caratteristiche di quello che sarà uno smartphone di fascia medio-bassa.

Allo scopo di renderlo il più economico possibile, la casa alata avrebbe realizzato il Motorola G8 Power Lite contraddistinguendolo per una scocca posteriore in policarbonato. Non proprio il top ma per un dispositivo di fascia medio-bassa può andare bene.

Partiamo con il dire che sul display non è ancora nota la grandezza. Dovrebbe essere un 6 pollici con una risoluzione HD+ (1600 x 720 pixel) con notch a goccia.

Il processore montato sul nuovo Motorola G8 power lite sarà un Mediatek MT6765 (Helio P35) con GPU Imagination Tech PowerVR GE8320.

La ram sarà di 4GB mentre non si hanno ancora informazioni sulle versioni di memoria interna adottate e se sarà espandibile.

Il sistema operativo sarà un Android 9 Pie. Il comparto fotografico monterà di sicuro una tripla fotocamera posteriore di cui non sono ancora noti i megapixel ed una frontale.

La connettività bluetooth è confermata nella versione 4.2. Sensore di impronte integrato sul retro mentre la batteria dovrebbe essere molto grande, da 5.000 mAh che sarà in grado di garantire massima durata.

Ulteriori informazioni sulla data di presentazione e sul prezzo non sono ancora stati dichiarati. La diffusione del coronavirus nel mondo potrebbe costringere la casa statunitense a rinviare la data inizialmente prevista.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here