Come si mangia il cedro per perdere peso?

Il cedro fa ingrassare? Le calorie presenti nel cedro sono più o meno 32 ogni 100 grammi, si tratta, quindi, di una tipologia di frutta non molto calorica e per questo è raccomandata all’interno di una dieta ipocalorica, sia quando si vuole mantenere la propria linea ma anche per dimagrire e perdere peso. Ovviamente ciò che è stato precedentemente detto non vale per il cedro candito che è decisamente più calorico. Ecco quindi dei consigli su come mangiare il cedro per perdere peso.

Proprietà curative e dimagranti del cedro

Il cedro possiede alcune proprietà curative oltre a favorire il dimagrimento e la perdita di peso. In effetti,  il cedro, non solo non fa ingrassare, ma anzi permette alle persone in sovrappeso, che ne fanno uso, di trarre molteplici benefici. Effettivamente il cedro vanta proprietà germicide, digestive, lassative, stimolanti e disinfettanti. Il cedro è anche un buon digestivo, infatti, permette al nostro organismo di contrastare la creazione di gas addominali, inoltre combatte il verificarsi di coliti e gonfiori addominali, oltretutto è anche un naturale antipertensivo. Questo agrume è  anche un buon rimedio contro i disturbi renali, la cellulite e la cistite cronica. Il cedro combatte i radicali liberi e ha degli effetti antitumorali nel tratto del colon e aiuta prevenire alcune tipologie di patologie cardiovascolari e l’obesità. Infine, bevendo lentamente una spremuta fresca di cedro è possibile favorire la pulizia della gola. 

Il modo migliore di mangiare il cedro per dimagrire

Per attivare tutte queste proprietà è consigliabile mangiare questo frutto fresco.  Ad ogni modo, il meodo migliore per mangiare il cedro e perdere peso è mangiarlo la mattina durante la prima di colazione. Se bevi mezzo bicchiere di acqua leggermente riscaldata e con dentro del succo di cedro favorisci l’evacuazione e previeni anche lo stress accumulato durante tutta la giornata lavorativa. Il cedro è molto più grande del comune limone ed è composto per la gran parte da una scorza molto spessa. Le parti commestibili del cedro sono la polpa e la scorza, tranne la parte bianca perché è troppo amara. Questa scorza può essere grattugiata  ed utilizzata in cucina per aromatizzare molteplici ricette sia dolci che salate. La polpa, invece, grazie al suo basso livello di acidità, nonostante sia presente in quantità inferiore rispetto alla scorza, può essere usata per condire insalate molto saporite.

Usare il cedro in modo alternativo

Il cedro può essere usato anche per la cura di pelle e capelli. Dalla buccia e dalla scorza del cedro, infatti,  è possibile ricavare un olio essenziale utilizzato principalmente per la produzione di profumi e creme. Se viene combinato con l’olio di mandorle, può essere sfruttato per creare oli per massaggi che combattono la cellulite. Questo olio essenziale può  anche essere usato per contrastare la perdita dei capelli stimolandone la crescita. Può essere usato strofinando  un paio di gocce di olio essenziale sul cuoio capelluto un paio di volte al giorno, per circa una settimana. La fragranza di questo succoso agrume sembra essere anche un attimo repellente naturale per le zanzare, oltretutto, qualche goccia spremuta sulle punture, provocate da questi insetti, ne attenua il prurito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *