Bere un litro di latte al giorno: ecco cosa succede!

Come succede con tutti gli alimenti, non bisogna mai esagerare nelle quantità di latte ingerite perché se si esagera nel bere il latte può fare molto male alla salute. I rischi del bere molto latte, possono portare ad uno scompenso dei valori di calcio nel sangue, inoltre, secondo i ricercatori un altro rischio del consumo elevato di latte è associato ad un aumentato rischio di cancro alla prostata. Non si tratta di ricerche isolate ma di numerose ricerche fatte con rigore scientifico che stabiliscono una correlazione certa fra il consumo eccessivo di latte e l’insorgenza del cancro.

Cosa succede a chi beve 1 litro di latte?

Tra latte e yogurt il consumo quotidiano di latticini, arriva più o meno ad una porzione al giorno, vale a dire 125 grammi. Le Linee guida nutrizionali consigliano 250-375 grammi di latte nella popolazione adulta perché circa il 50% dell’apporto quotidiano di calcio deriva dai prodotti lattiero caseari. Tra i vari benefici, bere un litro di latte al giorno potrebbe avere degli effetti benefici contro il rischio di ictus soprattutto negli uomini. Il dato viene fuori da uno studio condotto, in particolar modo, dall’Honolulu Heart Study. Le persone che bevono almeno un litro di latte al giorno avrebbero un rischio di ictus dimezzato rispetto a quelli che non ne bevono. L’esperimento è stato condotto su un vasto campione di persone divise in due gruppi, gruppo sperimentale e gruppo di controllo. Nel primo caso è stato somministrato latte, nel secondo placebo sotto forma di latte, in modo da non condizionare le persone. Attraverso questi esperimenti, i ricercatori sono arrivati alla conclusione che il consumo di un litro di latte nell’uomo non è pericoloso. Anzi, sembra che il latte abbia un effetto protettivo su vene e arterie.

Bere latte è pericoloso?

Secondo gli esperti nutrizionisti il latte è un alimento carico di proteine ad alto valore biologico. Non ci sono evidenze che facciano supporre dei rischi per la salute a seguito di un consumo moderato di latte, anche se assunto quotidianamente. A mettere in crisi i consumatori abituali di latte vi sono alcuni studi secondo cui una delle proteine del latte, la caseina, funziona da attivatore per il cancro.

E’ vero che il latte migliora l’osteoporosi?

Alcuni studi associano il consumo di latte a una maggior incremento della densità ossea il che è direttamente proporzionale ad una maggiore salute delle nostre ossa. Tuttavia, esistono altri studi secondo cui l’osteoporosi peggiora a causa del consumo eccessivo di latte e dei suoi derivati. Questo si può spiegare attraverso la teoria dell’acidificazione del sangue che attraverso l’attivazione di meccanismi tampone sottrarrebbe il calcio dalle ossa invece di depositarlo. Quindi, avendo a disposizione dati discordanti non possiamo sbilanciarci più di tanto e non possiamo affermare con certezza quale sia la verità a tal proposito cioè se il consumo di latte migliori o peggiori l’osteoporosi. I processi fisiologici correlati alle patologie sono influenzati da numerose variabili come l’esposizione alla luce solare per la sintesi di vitamina D, l’attività fisica, i meccanismi ormonali e l’eccesso di sodio nella dieta che provoca perdita di calcio.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *