Attenzione a mangiare bicarbonato scaduto: ecco cosa può accadere

Chiariamo subito il dilemma dicendo che il bicarbonato di sodio non ha una scadenza. A questo punto penserete “impossibile, nel mio barattolo di bicarbonato la scadenza c’è!” sì, è vero, la data di scadenza dei prodotti deve essere scritta per legge e, sempre per legge, non può essere superiore a 3 anni dalla data di confezionamento di qualsiasi prodotto. E’ possibile che dopo alcuni anni il bicarbonato, al massimo, perda un piccolissima parte della sua efficienza e questo è ben visibile dalla sua proprietà effervescente. Noterete quindi che a contatto con l’acqua o il limone, il bicarbonato risulti meno effervescente del dovuto.

Il bicarbonato di sodio, grazie alla sua capacità di neutralizzare gli acidi, viene spesso somministrato in presenza di bruciori di stomaco, gastriti, ulcere allo stomaco e tutte le volte in cui sia necessario alcalinizzare le urine.

Il bicarbonato di sodio è una sostanza alcalina, cioè non acida, questo significa che ha un pH superiore a 7. Per questo motivo in una fase iniziale accresce il pH gastrico che, per ritrovare equilibrio, aumenta a sua volta la quantità di acido. Infatti, nel momento in cui si beve un po’ di acqua e bicarbonato succede che lo stomaco è portato a produrre più acido per digerire. In questo modo si evita che la milza produca un’anomala risposta immunitaria: sarebbe questa risposta immunitaria che di solito porta all’infiammazione nel corpo.

Per questo motivo, gli scienziati pensano che bere un cucchiaino di bicarbonato di sodio all’interno di un bicchiere molto abbondante di acqua, sviluppi il funzionamento della milza e stimoli il sistema immunitario.

La dose consigliata dagli esperti, per quanto riguarda il bicarbonato di sodio, è di un cucchiaino di bicarbonato mescolato con mezzo litro di acqua, dove è possibile aggiungere il succo di mezzo limone per esercitare al massimo le proprietà digestive della bevanda. Secondo i ricercatori, la durata dell’effetto antinfiammatorio, dovuto al consumo di bicarbonato di sodio, sarebbe di circa quattro ore.

Ovviamente, bisogna sottolineare che bere acqua e bicarbonato fa bene alla salute e favorisce la digestione soltanto nel caso ci sia un reale rallentamento digestivo e, in particolare, se il medico lo consiglia. Capite bene che non ha senso ricorrere al bicarbonato di sodio in assenza di disturbi digestivi o nel caso in cui si mangi poco.

Il bicarbonato è un prodotto presente in tutte le case, soprattutto perchè si presta a numerosi e svariati usi, può essere impiegato per lavare frutta e verdura, per lavare i capelli o fare il pediluvio, per realizzare uno scrub al corpo o alle labbra.

Tuttavia, la sua facile reperibilità non lo rende un prodotto adatto a tutti, infatti, usato in modo improprio può fare più male che bene alla nostra salute. In tutti i casi vale sempre una regola basilare: bisogna prima di tutto chiedere al proprio medico di fiducia se c’è la necessità di bere acqua e bicarbonato! Il bicarbonato si mostra ancora una volta in grado di essere un valido alleato per la nostra salute. Ovviamente, ogni caso specifico va studiato e analizzato insieme con il proprio medico curante.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *