Mangiare pinoli tutti i giorni fa male? Ecco la risposta

I pinoli sono degli pseudo-frutti  del pino o, più semplicemente dei semi commestibili racchiusi all’interno delle pigne. La pigna protegge i semi  e ne aiuta la propagazione nell’ambiente. Oltre alla pigna, i pinoli, sono anche protetti da un proprio guscio duro che li avvolge totalmente. Spesso in commercio i pinoli si acquistano già sbucciati e pronti per essere usati come guarnizione e/o per essere mangiati da soli come snack.  Infatti, i pinoli possono essere consumati in diversi modi, hanno un sapore abbastanza neutrale, e proprio per questo  si prestano bene a diversi usi sia dolci che salati.

Come impiegare i pinoli

I pinoli sono molto oleosi, e fanno parte della categoria chiamata frutta secca. Come gli altri frutti secchi apportano molta energia e molti nutrienti.  Ciò nonostante, rispetto agli altri frutti secchi come noci, mandorle e nocciole, non viene impiegato di frequente nelle nostre cucine, tuttavia non andrebbe sottovalutato come alimento. Ovviamente stiamo comunque parlando di un alimento molto calorico, per cui non bisogna esagerarne il consumo, tuttavia,  ma una porzione di circa 30 grammi al giorno è in grado di apportare dei benefici alla nostra salute.

Fa bene mangiare 30 grammi di pinoli al giorno?

Come già precedentemente accennato, mangiare pinoli fa molto bene. Tuttavia non si devono superare i 30 grammi al giorno per via del loro alto contenuto di calorie.  Tra i vari benefici apportati al nostro corpo dai pinoli troviamo: un alto contenuto di antiossidanti che renderà la nostra pelle più giovane;  un’elevata quantità di magnesio e potassio che favoriscono il rilassamento; presenza di grassi buoni, omega 3 e 6 che favoriscono il concentramento e il miglior funzionamento del sistema nervoso; un effetto  ipocolesterolemizzante che rende il sistema cardiocircolatorio più efficiente; contrastano l’affaticamento psico-fisico; sono indicati nella dieta degli anemicigrazie al ferro contenuto in essi; infine hanno delle proprietà benefiche anche per i nostri occhi.

Valori nutrizionali dei pinoli

Le calorie presenti nei pinoli provengono dai lipidi e rappresentano circa il 50% dei nutrienti apportati da questo frutto secco. Questi semi non apportano colesterolo, contengono, però, elevate quantità di acidi grassi insaturi. Molto abbondante è anche l’acido linoleico, un acido grasso polinsaturo con funzione ipocolesterolemizzante che, come detto precedentemente, è molto importante per il nostro organismo. I pinoli apportano  anche proteine, gli amminoacidi presenti maggiormente sono: l’acido glutammico, l’arginina e l’acido aspartico, l’amminoacido limitante è la lisina. Per quanto riguarda i carboidrati, invece, sono poveri di zuccheri e il contenuto in fibre è anch’esso poco rilevante. Tra le vitamine, invece, nei pinoli sono contenute soprattutto la vitamina E, le vitamine del gruppo B, B1, B2 e la vitamina PP, infine  anche la vitamina A. 100g di pinoli essiccati apportano circa 600 Kcal, per questo bisogna consumarli con attenzione, specialmente se si è soggetti in sovrappeso, mentre, sono un ottimo aiuto per gli sportivi, grazie al loro apporto di energia pronta all’utilizzo.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *