Cosa è il kefir e perchè fa bene? Ecco cosa devi sapere

Il kefir è un alimento particolare e, purtroppo, poco conosciuto. Diciamo “purtroppo” perchè il kefir presenta tantissime proprietà benefiche e quindi dovrebbe essere conosciuto e consumato da tutti.  Nel caso, invece, siete dei veterani del kefir (o magari siete solo curiosi) cerchiamo di capire cosa succede se mangiamo kefir tutti i giorni.

Mangiare kefir tutti i giorni

Ovviamente chi mangia kefir tutti i giorni, o comunque spesso, avrà molti più benefici rispetto a chi lo mangia saltuariamente.

Cerchiamo di spiegare ai neofiti che cosa sia questo kefir. Allora, il kefir è semplicemente una bevanda fermentata che si ottiene dal latte e apporta molti benefici all’organismo. Risulta simile allo yogurt per certi versi ed è originario del Caucaso.

il kefir è una bevanda davvero molto nutriente e consumarla tutti i giorni fa particolarmente bene all’intestino. Infatti, il kefir migliora il transito aiutando a ridurre la stitichezza.

Qualora venga preparato con il latte di capra o con quello di pecora, il kefir risulterà privo di lattosio e potrà essere assunto quotidianamente anche dalle persone che soffrono di intolleranze al lattosio. Mangiare kefir tutti i giorni migliora la funzionalità renale e aiuta a rinforzare il sistema immunitario.

Inoltre, mangiare kefir tutti i giorni permette al nostro corpo di fare il pieno di vitamine B, E e K. In particolare la vitamina E, chiamata reticolo, è di fondamentale importanza per rinnovare la salute delle cellule e per contrastare gli inestetismi della pelle come l’acne, i punti neri e le tanto temute rughe.

Come mangiare il kefir

Adesso che abbiamo appreso che mangiare kefir tutti i giorni fa veramente bene alla nostra salute possiamo cercare di capire come consumarlo al meglio. Allora, consumare il Kefir è molto semplice in quanto si tratta di un alimento molto versatile che può essere paragonato e consumato al pari dello yogurt.

Infatti il kefir somiglia allo yogurt sia nell’aspetto che nella consistenza in quanto risulta bianco e cremoso. Dunque, così come lo yogurt potete consumarlo in un vasetto, in una tazza con l’aggiunta di cereali, di frutta secca o di scaglie di cocco o di cioccolato fondente. E’ un alimento ideale per la colazione, per uno spuntino di metà mattina o metà pomeriggio.

Il kefir in cucina può essere utilizzato anche come base per la preparazione di diversi dolci. Inoltre, è possibile realizzare anche una zuppa con il kefir. Basta unire al kefir, farina di ceci e avocado, per realizzare un piatto alternativo, sano e nutriente.

Forse la cosa vi stupirà, ma il kefir può addirittura abbinarsi bene al pesce e ad altri piatti salati. Infine, con il kefir si può realizzare una salsa simile alla maionese ma nettamente più leggera, mescolandolo con maggiorana, basilico e prezzemolo. L’emulsione che ne verrà fuori può essere utilizzata esattamente come sostituto della maionese quindi, per esempio, può essere mangiata insieme alle patatine fritte o alle alette di pollo.

Concludiamo col dire che inizialmente il sapore del kefir potrebbe non convincervi, ma non demordete perchè è assolutamente preferibile consumare il kefir piuttosto che la maionese in quanto decisamente meno grasso e più salutare. Inoltre, è bene consumare il kefir anche per tutte le sue proprietà di cui abbiamo parlato precedentemente e perchè è un alimento magari nuovo all’interno della vostra dieta e, come diciamo sempre, variare l’alimentazione non è importante, ma importantissimo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *