Apple: Iphone 12 avrà un sensore ultrasonico sotto lo schermo?

Secondo le indiscrezioni circolate in rete Apple è pronta inserire sull’iPhone 12 un sensore di impronte digitale ultrasonico, ma attualmente ci sono ancora molti dubbi su chi dovrà produrlo.

Ovviamente per competere con i top di gamma Samsung Galaxy s20, non potrà che essere compatibile con la nuova rete 5G. Questa indiscrezione riguardanti le novità in arrivo, sono circolate nelle ultime settimane in Cina, dove tutti si stanno chiedendo quanto impatterà il coronavirus sulla produzione del sensore ultrasonico.

Come ben sappiamo questo sensore ha fatto la sua prima comparsa sul Samsung Galaxy s10. Basato su un sensore in grado di rilevare un’immagine 3D dell’impronta e poi riconosciuta in modo preciso e veloce dal processore. I dispositivi Samsung s10, s10+, S10 5G, Note 10 e Note 10+ montano tutti a bordo un sensore ultrasonico prodotto dalla collaborazione di Qualcomm con General interface solution.
Secondo le voci, questa medesima tecnologia, sarebbe già pronta per essere introdotta sui nuovi dispositivi Apple, ma non è detto che lo conterranno in via definitiva.

Ma quindi la domanda sorge spontanea Chi produrrà il sensore per il prossimo dispositivo Apple?
Secondo i rumor sarà Gis insieme a Beijing Oriental Eletronic, semplicemente perché entrambe le aziende sono già fornitori di Apple, e perché a metà marzo il quotidiano Digitimes ha pubblicato la notizia che BOE E GIS starebbero collaborando per produrre il sensore.
Quindi Apple potrebbe decidere di rivolgersi a qualcomm-gis o a Boe-gis.

La questione non è solo industriale ed economica, ma anche di prodotto: scegliere la soluzione Qualcomm-GIS vorrebbe dire dotare il nuovo dispositivo di uno schermo touch identico a quello usato da Samsung sui suoi dispositivi con sensore sotto lo schermo. 
Vista l’emergenza corona virus, la questione sarà anche quella di vedere quali di questi produttori sarà in grado di avviare la produzione prima possibile, sia per mantenere un’alta qualità che per avviare la produzione al più presto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *