WhatsApp, in arrivo la funzione multi-dispositivo.

WhatsApp, l’app di messaggistica più utilizzata al mondo, continua sempre a migliorarsi adesso è in arrivo anche la funzione multi-dispositivo. Tale funzione consentirà di trasferire i dati da un dispositivo all’altro evitando le solite noie.

Come ben sappiamo WhatsApp durante questo periodo di quarantena si è resa protagonista di numerosi aggiornamenti, dalla limitazione all’inoltro dei messaggi, alle funzioni segrete,adesso sta cercando nuovamente di stupire i suoi clienti.
Infatti nella giornata di ieri, l’azienda californiana ha informato i suoi clienti sul come usare la nuova modalità e le video chiamate a 8 persone. Sta cercando in tutti i modi di sbarazzarsi della concorrenza e stupire i suoi clienti e potenziali nuovi clienti, quindi non perdere terreno prezioso.

A tal proposito ha annunciato l’arrivo di una nuova funzione, quella del multi-dispositivo. Andiamo a vedere nel dettaglio di cosa si tratta.
Sicuramente si tratta di uno degli aggiornamento più interessanti dell’app, oltre a quello della dark Mode. La funzione si chiama multi-dispositivo, WhatsApp potrebbe presto decidere di lanciarla sia su Android che iOS. Nelle ultime ore le indiscrezioni che sono emerse hanno svelato alcuni dettagli della nuova funzione, partire dalla connessione WiFi necessaria per l’uso.

La differenza sostanziale sarà su iOS e Android.

Mentre nel primo verrà implementata una opzione tra le impostazioni e quindi poter accedere all’uso dell’ account di messaggistica su altri dispositivi, su Android basterà selezionare l’accesso con lo stesso account su un secondo dispositivo.
Ovviamente se in quel momento non sarà possibile avere una connessione WiFi disponibile, è possibile usufruire di una connessione dati e ovviamente un piano con un consistente contenuto di navigazione.
L’accesso alla nuova funzione sincronizzerà tutti i dati relativi all’account quindi nulla verrà tralasciato.
Al momento questa funzione è presente solo sulla versione beta dell’applicazione, e viste le poche informazioni rilasciate dall’azienda californiana, non si conosce ancora la data ufficiale sulla sua pubblicazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *