Mangiare ceci tre volte a settimana: ecco cosa succede al corpo

I cesi sono dei legumi molto preziosi poiché sono ricchi di fibre e vitamine e mangiarli frequentemente potrebbe apportare diversi benefici al nostro corpo.

I ceci sono molto ricchi di proteine, di fibre e di sali minerali e per questo motivo sono alla base di una dieta sana ed equilibrata. I ceci sono molto consigliati a tutti quegli individui che conducono uno stile di vita vegetariano o vegano proprio grazie a tutti i loro nutrienti. La composizione nutrizionale dei ceci infatti è composta da carboidrati complessi, grassi buoni, proteine, fibre e sali minerali come fosforo, potassio, magnesio e sodio. Proprio per questi motivi i ceci sono al numero 3 della classifica dei legumi più consumati in tutto il mondo, preceduti solamente dalla soia e dai fagioli.

Mangiare ceci fa bene al nostro organismo

Consumare ceci tre volte durante la settimana conferisce al nostro corpo tantissimi benefici e ci permette di mantenerci in forma. I ceci infatti stimolano e facilitano  il senso di sazietà proprio grazie alle fibre presenti al loro interno. Queste fibre e le proteine sono capaci di ridurre il processo di digestione e per questo prolungano il senso di sazietà per diverse ore tra un pasto e l’altro. I ceci oltretutto sono una fonte preziosa di proteine vegetali in quanto sono ricchi di tantissimi amminoacidi ed aiutano a prevenire l’insorgere di tante malattie cardiovascolari, il diabete ed anche le altre patologie legate all’insulina ed al colesterolo cattivo.  I ceci hanno un basso contenuto di calorie (circa 100/120 per 100 grammi) e quindi sono un alimento molto consigliato per che segue delle diete per sentirsi in forma. Oltretutto questi legumi hanno un indice glicemico molto ridotto ed i loro nutrienti possono aiutare a regolare i livelli di glicemia nel sangue. In particolare le fibre contenute al loro interno aiutano il nostro corpo a ridurre l’assorbimento dei carboidrati. Le fibre insolubili contenute nei ceci aiutano l’intestino a digerire meglio, in questo modo saremo in grado di attenuare quel frequente fastidioso senso di gonfiore dopo i pasti. Oltre a tutti questi benefici i ceci sono anche estremamente versatili in cucina, sono  molto facili da preparare e si abbinano a tantissime ricette differenti senza dimenticare che, grazie al loro elevato contenuto di proteine, possono anche  sostituire gli alimenti di origine animale. Adesso vedremo come combinare e inserire i ceci nella nostra alimentazione e quali piatti preparare con questo portentoso legume.

Come consumare ceci tre volte a settimana

Esistono i ceci freschi, secchi ed in barattolo e possono essere consumati in tantissime combinazioni diverse: nella pasta, nelle zuppe freschi nelle insalate e nei minestroni. Possono essere fatti a pezzi in un mixer con dell’olio, sale e limone per preparare l’hummus e si possono utilizzare per preparare dei burger vegetali o dei i falafel. I ceci inoltre sono un ottimo condimento della preparazione del cous cous e nelle insalate di riso o di cereali insieme a farro ed orzo. Infine la farina di ceci può essere adoperata per cucinare delle focaccine, del pane o gli gnocchi.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *