Il nuovo Microsoft Flight Simulator con rendering del paesaggio effettuato in tempo reale.

0
133
Lascia tutti a bocca aperta lo strepitoso e ambizioso progetto nel videogioco diventato un’icona, grazie al suo realismo mai visto prima.

È datato 1982 il primo simulatore di volo Microsoft. Dietro questo progetto c’è Bruce Artwick uno studente di ingegneria elettronica dell’università dell’Illinois. Artwick, appassionato di volo ed informatica seguiva sempre lo sviluppo del programma fin dai suoi primordi a partire dalla prima metà degli anni 70, aggiungendo aeroporti e veicoli, una serie di dettagli unici conquistando così una grande fetta di appassionati che ha iniziato a collaborare con lui al progetto.


Ogni anno e, a ogni cambio di sistema operativo, veniva lanciato una nuova versione del gioco. Sul mercato però non è l’unico simulatore di gioco. X-plane Laminar Research è uno dei più apprezzati, ma per i veri appassionati Flight simulator è stata un’icona è un pezzo di storia videoludica, che ha frantumato i due mondi quello degli appassionati di simulatori è quello di chi però abbia veramente imparato a volare.


Attualmente non c’è ancora una data ma sappiamo che il nuovo flight simulator 2020 uscirà quest’anno. L’anno scorso ci fu l’annuncio all’ E3 a Los Angeles di un’opera che si presenta mastodontica più che mai. Si potrà volare in tutto il mondo in più di 37000 aeroporti. Lo streaming sarà gestita dall’ infrastruttura Cloud Azur di Microsoft, sfruttando le immagini satellitari di Bing Maps mentre il rendering del paesaggio sarà effettuato in tempo reale trasmesso in streaming. Questo vuol dire che alcuni effetti meteorologico o ad esempio l’illuminazione del paesaggio saranno calcolati in base al mondo reale.

Un giocatore si è preso la briga di confrontare 8 immagini in un computer grafico. Ovviamente non è impossibile distinguere Microsoft Flight simulator dalla realtà, ma possiamo sicuramente affermare che la qualità è notevole soprattutto considerando che attualmente il progetto non è ancora definitivo e quindi potranno esserci vari miglioramenti all’uscita.
Ma parlando di hardware, secondo le indiscrezioni, parlano di un gioco da 150 giga di spazio è una connessione internet di almeno 5 Mbs. Per giocare in modo ottimale, nei requisiti richiesta una connessione di almeno 20 Mbps, mentre per raggiungere una definizione in 4k ci vorrà un intel i7 9800x ho un AMD ryzen 7 Pro 2700x.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here