Cosa succede a chi beve troppi caffè? Attenzione, ecco la risposta

Il caffè è sicuramente la bevanda nazionale dell’Italia. Oltra ad essere molto apprezzato, quello del caffè al bar sembra ormai esser diventato un rito per noi Italiani. In pochi riescono a rinunciare ad un caffè dopo pranzo o nella pausa lavorativa di metà mattinata. Ma cosa succede a chi beve troppi caffè? All’interno di questo articolo risponderemo a questo e ad altri quesiti.

Le proprietà del caffè

Il caffè è una bevanda molto amata in buona parte del mondo. Dal punto di vista nutrizionale il caffè è ricco di antiossidanti, che aiutano l’organismo a contrastare i radicali liberi, responsabili dell’invecchiamento cellulare e della moltiplicazione anomala delle cellule che possono causare la formazione di tumori. Il caffè aumenta l’attenzione e lo stato di allerta, stimola e potenzia anche i riflessi della mente e muscolari, in più, favorisce la perdita dei grassi e delle calorie dall’organismo grazie al suo effetto termogenetico, contribuendo al mantenimento del peso corporeo diventando così un indispensabile alleato durante le diete dimagranti.

Quanti caffè si possono bere?

Il caffè va bevuto con moderazione, una tazzina durante la giornata fa sempre piacere, ma non si deve esagerare. In generale non si dovrebbero bere più di cinque tazze al giorno per non avere ripercussioni. Ma cosa succede a chi beve troppi caffè?

Cosa accade a chi beve troppi caffè?

Chi esagera con le quantità di caffè assunte va incontro a diversi rischi per la salute. Chi beve troppi caffè rischia di danneggiare il proprio apparato cardiocircolatorio. La caffeina assunta in alte dosi innalza la pressione sanguinea e causa un aumento della frequenza cardiaca, che può degenerare in fibrillazioni atriali. Chi beve troppi caffè diminuisce le sue ore di sonno poiché non riesce ad addormentarsi la sera e di conseguenza si sveglia stanco e mal riposato la mattina, con una fiacchezza che spesso si protrae fino all’ora di pranzo e che, probabilmente, verrà combattuta bevendo proprio un altro caffè, creando così un circolo vizioso. Il consumo esagerato di caffeina causa infatti insonnia e molto spesso per contrastare questa stanchezza, si fa erroneamente ricorso ad altri caffè. Bere troppi caffè causa anche problemi all’apparato gastrointestinale. Troppa caffeina stimola il rilascio della gastrina, un ormone prodotto dallo stomaco che accelera l’attività del colon, e causa il rischio di soffrire di diarrea. Il caffè peggiora poi il reflusso gastroesofageo e fa male ai reni.

Il caffè causa dipendenza?

Molti italiani non riescono a iniziare la giornate senza un buon caffè, che diventa molto spesso un’abitudine. Anche se stimola alcune reazioni simili a quelle innescate da alcune sostanze stupefacenti, la caffeina non provoca una dipendenza paragonabile a quella provata quando si assumono delle droghe pesanti. Tuttavia, c’è il rischio che si abbia una dipendenza psicologica, che può diventare fisica,  a dosaggi elevati. I sintomi più comuni sono mal di testa e stanchezza. Il disturbo d’ansia da caffeina è una delle quattro sindromi correlate alla caffeina elencate nel Manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali, pubblicato dall’American Psychiatric Association.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *