WhatsApp: usare lo stesso account su 4 dispositivi.

Stando alle dichiarazioni del colosso della messaggistica, in futuro sarà possibile utilizzare lo stesso account WhatsApp su quanto dispositivi anche nello stesso momento. Questo articolo andremo a vedere il funzionamento di questo nuovo software.

Stando alle informazioni dei ragazzi di wabetainfo, sempre molto informati sull’argomento WhatsApp, hanno pubblicato un articolo sul loro account Twitter dichiarando che in futuro si potrà usare lo stesso account su 4 dispositivi contemporaneamente. Il limite che è stato imposto dagli sviluppatori è stato calcolato in modo che il sistema funzioni al meglio la condivisione.whatsapp beta
Molti di voi ricorderanno che ormai se ne sta parlando da mesi ma, si tratta di uno strumento molto particolare e necessità moltissime ore di lavoro di sviluppo e di test.
Da pochi giorni la funzione è stata rilasciata nella versione Alpha dell’applicazione, dove i tecnici hanno iniziato a far girare l’applicazione nella fase di test interni. Nella fase successiva invece ci sarà il rilascio della beta di WhatsApp è solo successivamente sarà resa disponibile per tutti. Questo ci fa capire che bisognerà attendere ancora un bel po’ per mettere mano su uno strumento così rivoluzionario.
Al momento non ci sono ancora immagini ufficiali su come funzionerà, quello che sappiamo al momento è che l’account è legato al numero della scheda SIM e al massimo lo si può utilizzare oltre al telefono anche sul PC tramite WhatsApp web.Whatsapp Web: cos'è come funziona, come si usa desktop, pc e tablet
La nuova funzione invece permetterà di rendere l’account WhatsApp indipendente dal numero di telefono e quindi utilizzarlo indipendentemente dal dispositivo e dal numero della.
Affinché questa ma funziona non dia problemi, WhatsApp sta lavorando anche come fare per proteggere l’account e il backup di WhatsApp con una password e crittografia end-to-end. In questo modo nessun hacker sarai in grado di accedere alle nostre conversazioni.
Come abbiamo già detto in precedenza non è possibile fare previsioni sulla possibile data di arrivo della nuova funzione, molto probabilmente ci vorranno ancora molti ore di lavoro si stima che sarà rilasciata verso la fine del 2020.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *