Google presenta Interland, il gioco che aiuta bambini a difendersi su internet

0
113
I bambini del futuro saranno tutti internauti.

Prova per questo Google ha lanciato la piattaforma interattiva Interland, una sorta di vero e proprio gioco educativo che aiuterà i più piccoli a farsi strada tra le insidie del web.
Hacker, Fhischer e cyber bulli, sono alcuni dei pericolosi criminali che si fanno strada sul web. L’biettivo di Google è quello di formare i bambini attraverso un gioco educativo per imparare a conoscere i problemi nel momento in cui saranno costretti ad affrontarli sul campo informatico.

Proprio per questo Google ha pensato di proporre una piattaforma che aiuterà i più piccoli e gli adolescenti a districarsi in questo mondo.
La nuova piattaforma è destinato ai bambini dai 6 ai 13 anni, ma non è da scartare per gli adulti. Questo gioco è strutturato in missioni, abbiamo la piattaforma del fiume della realtà, qui i bambini devono imparare a non cadere nelle trappole del web imparando a conoscere quale sia la verità e quale la bugia.Nuova piattaforma educativa per i bambini creata da Google, si chiama Internald.
C’è poi la torre del tesoro dove si impara a proteggere i propri segreti, la terza piattaforma il regno Cortese dove si insegna il bambino non essere maleducati sul web.
Infine arriviamo nel quarto e ultimo livello qui troviamo il monte responsabile, quel bambino dovrà imparare di chi fidarsi in modo da condividere tutte le sue informazioni, e di chi non fidarsi e quindi non rivelare informazioni sensibili.

Insomma un’iniziativa sicuramente educativa. A questo punto la domanda sorge spontanea; è davvero responsabile lasciare un bambino di 6 o 7 anni davanti al computer? Secondo alcuni è troppo presto. Ovviamente sono punti di vista, la cosa sicura è che l’obiettivo di Google è quello di formare le persone per non cadere nei pericoli del web.
Un conto è vedere un video su YouTube o fare un gioco, un altro è quello di lasciarlo in balia del social o della navigazione senza dei filtri di ricerca. Secondo il nostro parere questa piattaforma è un più utile per i tredicenni in su che per i più piccoli. Ovviamente la grafica dovrebbe essere migliorata in quando il tredicenne non ha più la mentalità di un bambino di 6 anni.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here