Come attivare la modalità anonima su WhatsApp?

Ad oggi sempre più persone vogliono rimanere nascosti in maniera che gli altri non sappiamo se siano connessi come su WhatsApp, ma anche non far sapere se stiamo scrivendo in quel determinato momento e se abbiamo visualizzato o meno. Molti si chiederanno il perché, semplice ci sono tantissime persone stanche dei migliaia di messaggi che ricevono su WhatsApp e non hanno voglia di essere stressati e di dover mostrare così tanto di te anche quando sì preferirebbe non farlo.

 

Ma come si fa per essere anonimi su WhatsApp? Beh molto facile e in questa guida vi mostreremo alcuni piccoli passaggi per restare in anonimato.

Questa modalità ci permette di vivere i messaggi e il nostro rapporto con lo smartphone in maniera più serena perché, da quando è arrivata la spunta blu è l’orario di accesso, sono aumentati i litigi  e diciamo la verità abbiamo perso un po’ della nostra privacy.

Cominciamo per dire che non esiste una procedura ufficiale per ottenere questa modalità anonima, ma tramite una serie di passi un po’ ingegnosi che possono essere eseguiti da chiunque, potremmo arrivare a questa modalità invisibile.

Prima di tutto dobbiamo scaricare delle applicazioni, quali di queste dipende se abbiamo Android o iOS.

Una premessa molto importante infatti queste applicazioni funzionano perfettamente e sono usate da milioni di utenti, ma se starete anonimi per troppo tempo, il vostro account potrebbe essere eliminato.

Questo succede proprio perché per chi gestisce l’applicazione non comparire più tra gli utenti attivi, per tale motivo è consigliabile usare la modalità anonimato solo quando è veramente necessario.

Tra le app più utili per rimanere anonimi su WhatsApp, per gli utenti Android, c’è GBWhatsApp. una volta scaricato non dobbiamo fare altro che andare sul menù privacy per ottenere l’anonimato selezionare off-line.

Perché io invece utilizza un iPhone puoi scaricare Watusi, che funziona esattamente come GB.

Ecco a voi le due applicazioni per restare in anonimo, ci teniamo a raccomandare di usarle con cautela

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *