La burrata si può congelare? Ecco la risposta

La burrata nasce in Puglia, ad Andria, nel 1956,  il suo inventore è Lorenzo Bianchino. Quell’anno, una tremenda nevicata aveva reso difficili i trasporti di latticini, così, l’ingegnoso casaro, escogitò una soluzione: utilizzare la pasta filata della mozzarella come involucro per conservare la panna e la mozzarella sfilacciata. E fu così che nacque la burrata. Ma se ci dovessimo rendere conto di aver acquistato un’eccessiva quantità di burrata cosa possiamo fare? La burrata si può congelare? All’interno di questo articolo risponderemo a queste e altre domande.

Differenze tra mozzarella e burrata

La mozzarella è prodotta a partire dalla cagliata, che si ottiene aggiungendo al latte vaccino pastorizzato i fermenti lattici e il caglio. I passaggi successivi sono il taglio della cagliata e l’estrazione del siero. Dopodiché la cagliata viene tagliata a listarelle e impastata in acqua bollente per farla “filare”, trasformandola così in mozzarella attraverso la mozzatura, manuale o meccanica. L’ultima fase è il raffreddamento in acqua dei pezzi ottenuti. La burrata è ottenuta sempre partendo dalla pasta filata della mozzarella, ma in questo caso essa funge solamente da involucro. Al suo interno è poi presente un ripieno morbido e cremoso, la stracciatella, pasta filata sfilacciata amalgamata con la panna. La mozzarella ha un sapore più delicato e una consistenza più elastica, mentre la burrata è molto più morbida e sapida e, soprattutto, più calorica.

La burrata si può congelare?

Sì, la burrata si può congelare ma bisogna farlo prendendo delle precauzioni. Se abbiamo in casa delle grandi quantità di burrata nel frigo e non riusciamo a consumarla prima che vada a male, possiamo congelarla. Lasciare la burrata in frigo infatti porterebbe alla veloce scadenza del prodotto o comunque alla perdita della sua freschezza iniziale. Congelare la burrata consente di evitare il consumo forzato e smodato dell’alimento e di conservarlo per tempi più prolungati.

Come si congela la burrata?

Per congelare la burrata è fondamentale privarla di tutta quell’acqua che è presente all’interno della sua confezione originale o nella sua vaschetta. Il passo successivo prevede poi di congelare ogni singola burrata da sola in un sacchetto per alimenti da freezer. In ogni sacchetto sarebbe opportuno attaccare un’etichetta adesiva sulla quale scrivere, con un pennarello indelebile di colore nero, la data di congelamento dell’alimento, che ci sarà utile per capire fino a che giorno potremo consumare la burrata. Terminati questi passaggi potremo riporre le nostre burrate una per una nel congelatore. Gli alimenti congelati in questo modo si conserveranno bene fino a 6 mesi.

La burrata congelata è come quella fresca?

La burrata congelata mantiene le sue caratteristiche organolettiche e nutrizionali come quella fresca? Purtroppo no, la burrata dopo esser stata scongelata e gustata non avrà la stessa bontà dell’alimento fresco ne la stessa consistenza. Il consiglio è quello di consumare l’alimento subito dopo lo scongelamento cucinandolo all’interno di una pietanza. A causa del rapido deperimento dal punto di vista organolettico e qualitativo cui sono soggetti alimenti come i formaggi e i derivati del latte come la burrata, è meglio congelarla in maniera rapida e scongelarla lentamente per ridurre il problema connesso allo shock termico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *