Il burro fa bene o male? Ecco cosa dice l’esperto

Per molti, il burro  è un alimento molto importante e difficile da eliminare dalla dieta. Ma il burro può essere considerato dannoso per la salute? Il burro fa bene o male? All’interno di questo articolo risponderemo a queste e ad altre domande.

Le proprietà del burro

Il burro è ottenuto dal latte vaccino ed è un cibo usato di frequente in cucina. Durante la colazione viene spalmato sulle fette biscottate o sul pane tostato insieme alla marmellata mentre durante il pranzo viene impiegato come condimento per la pasta. Per non parlare del suo utilizzo nella preparazione di dolci e torte, in cui molto spesso è uno degli ingredienti principali. Sotto l’aspetto nutrizionale il burro contiene un’alta percentuale di grassi, poca acqua, un ridotto contenuto di proteine e lattosio. Il burro contiene anche vitamine A ed E e sali minerali come il fosforo e il calcio. Per quanto riguarda i grassi, prevalentemente lipidi, troviamo i trigliceridi, i fosfolipidi, gli steroli e il colesterolo in abbondanza: 100 grammi di burro contengono almeno 250 milligrammi di colesterolo. Questo dato può già farci capire qualcosa riguardo al burro…

Il burro fa male?

Gli esperti hanno puntualizzato che il burro, a causa del suo alto apporto calorico e per il suo contenuto di colesterolo e grassi, deve essere mangiato con moderazione. Nell’ambito di una dieta sana ed equilibrata il burro non deve essere mangiato o utulizzato tutti i giorni in cucina. Meglio alternarlo con l’olio extravergine di oliva, un condimento più sano e non di origine animale. Consumare moderatamente il burro non fa male alla salute. Il burro è un alimento molto semplice da digerire. E’ importante scegliere di acquistare dei burri di qualità, dall’aspetto compatto e uniforme, dal sapore delicato e dal colore il più possibile tendente al bianco. Naturalmente è fondamentale variare l’alimentazione scegliendo altri condimenti ma, in ogni caso, nell’ambito di uno stile di vita corretto, il burro non è un pericolo per la salute di chi non ha particolari problemi nell’organismo. Il consiglio resta comunque sempre quello di non esagerare con le porzioni di burro mangiate.

Come mangiare il burro in maniera sana

Esistono diversi modi per consumare il burro in modo più sano. È preferibile mangiare il burro fresco, senza esporlo a temperature di cottura elevate. E’ bene anche utilizzare il burro per la preparazione di dolci fatti in casa piuttosto che acquistare preparati che lo contengono come ingrediente ma sulle cui quantità e qualità non abbiamo il controllo. Un buon uso è durante la mattina, per la colazione, spalmare il burro su una fetta di pane integrale con la marmellata: questa prelibatezza permetterà di avere il giusto apporto energetico utile ad affrontare gli impegni della giornata, dallo studio al lavoro. Ricordiamo che tutti questi accorgimenti alimentari sono comunque riservati a persone che non hanno particolari problemi di salute. Chi soffre di colesterolo alto, deve fare molta attenzione a limitare al minimo o evitare il consumo di burro, da riservare al massimo in piccole quantità una sola volta a settimana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *