Quale pizza prendere a dieta: ecco la classifica

Quando si è a dieta e non si vuole rinunciare al piacere di una buona pizza, spesso si opta per pizze più semplici come la margherita, la marinara, la vegetariana, la biancaneve o anche una pizza pane. Oppure è meglio la versione bianca o quella integrale?

La questione su quante calorie abbia una pizza va analizzata da diversi punti di vista perché tutto dipende dalla farina utilizzata, se raffinata o integrale, e dagli ingredienti scelti.

Appare evidente che le calorie di una pizza margherita saranno diverse da una pizza capricciosa.

Ma non contano solo gli ingredienti e la farina, molto dipende anche dall’impasto della pizza se sottile o spesso e consistente.

Quante calorie ha una pizza?

La pizza è un alimento con una miriade di combinazioni di ingredienti per la farcitura e persino la ricetta dell’impasto varia da pizzaiolo a pizzaiolo.

Tutto questo rende molto difficile rispondere ad una domanda piuttosto semplice e comune: quante calorie ha una pizza?

Il problema del misurare le calorie della pizza è semplice: a parità di gusto scelto ogni pizzaiolo è più o meno “generoso” con un determinato ingrediente.

E le calorie ovviamente cambiano in base a quale ingrediente si scelga di abbondare, infatti, una cosa è abbondare con il pomodoro (che ha 29 calorie per 100 grammi), ben altra cosa è abbondare con la mozzarella (che di calorie ne ha 280 per 100 grammi).

Tuttavia, in linea di massima, secondo l’Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione, 100 grammi di pizza margherita forniscono in media 270 calorie, la semplice pizza rossa (senza mozzarella) ha invece 243 calorie. La pizza bianca (senza pomodoro e con più mozzarella), fornisce invece 302 calorie. Mentre una pizza ai 4 formaggi, tra le pizze più caloriche, può arrivare a 350 calorie.

In tutto ciò bisogna considerare che spesso la pizza è servita con del filo d’olio più o meno abbondante che fa aumentare le calorie e, inoltre, bisogna considerare anche che la mozzarella di bufala oltre ad essere buona è anche molto calorica. Quindi, attenzione a cosa mettiamo sulla pizza! 

Infine, per essere più specifici, bisogna considerare che una pizza margherita media pesa circa 300 grammi e il suo apporto calorico medio è di 700 calorie.

Quale pizza mangiare se si è a dieta in base alle calorie?

Se si è a dieta, mangiare preferibilmente una pizza marinara oppure una focaccia con rucola e pomodorini: hanno poche calorie e soprattutto un ridotto apporto di grassi.

Evitare quindi le pizze con la mozzarella che da sola può apportare 150 calorie in più. Ovvio, attenzione all’olio che spesso abbonda nelle pizze alla marinara o nelle focacce bianche!

Quale pizza mangiare per non sentire la pancia gonfia

Uno dei più comuni effetti collaterali di una pizza, è il gonfiore addominale. Paradossalmente poco importano gli ingredienti che mettiamo sulla pizza, in questo, il colpevole della pancia gonfia è l’impasto poco lievitato.

Cosa fare per risolvere il problema del gonfiore addominale post pizza?

  • Scegliere pizzerie di qualità offrono pizze con impasti a lunga lievitazione, che riducono questo problema.
  •  Chiedere sempre una pizza ben cotta: più l’impasto sta in forno più la pizza sarà digeribile.
  • Ordinare una pizza con lievito madre, è naturale e fa crescere più lentamente la pasta che risulterà quindi più digeribile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *