Malattie dei cani: i sintomi delle più pericolose

Esattamente come accade per gli esseri umani anche i cani si ammalano e tutte le malattie dei cani possono presentarsi in maniera più o meno severa.

Di seguito ecco le cinque malattie dei cani più pericolose con i loro sintomi:

Parvovirosi

Si tratta di una malattia che si trasmette per via orale e fecale. Capita sopratutto quando una neo-mamma di adopera per pulire le feci dei cuccioli rimane infettata dagli escrementi di uno di essi e rischia di andare a contagiare se stesse e tutta la cucciolata.

I sintomi più diffusi sono: vomito, diarrea, febbre, dolori addominali, spossatezza, muco e sangue nelle feci, inappetenza, letargia e tachicardia. Ricordiamo però che qualsiasi segnale evidente di Parvovirosi si presenta tendenzialmente una decina di giorni dopo il contagio, dunque tenete conto dell’incubazione.

Il virus va progressivamente a colpire diversi organi del cane fino a causare in casi estremi anche la morte di quest’ultimo.

La cura prevede una terapia antibiotica, da affiancare all’assunzione di gastroprotettori. E’ possibile prevenire la malattia tramite il vaccino.

Cimurro

Il cimurro è anche detto malattia di Carrè. Si tratta di è una patologia infettiva virale, della stessa famiglia del virus del morbillo. Può colpire diverse specie animali ma non l’essere umano. Il cimurro parte in generale dalle vie orali per poi diffondersi a macchia d’olio in tutto l’organismo.

In questo senso dunque i sintomi sono molteplici, perché progressivamente vanno a riguardare l’apparato respiratorio, quello digerente, quello nervoso e così via.

La terapia prevede una cura antibiotica. Spesso si aggiunge anche la pratica della flebo, per integrare liquidi ed evitare il dimagrimento.

La mortalità per Cimurro varia dal 30% all’80%.

Leptospirosi

Si tratta di una malattia infettiva acuta sistemica causata dal batterio Leptospira. Il contagio può avvenire per via diretta o indiretta e non riguarda soltanto il mondo cinofilo.

La leptospirosi è una malattia spesso associata alla stagione autunnale e va a colpire  soprattutto reni e fegato del nostro amico peloso. I sintomi sono vomito e tosse, spesso seguiti da relativa inappetenza.

Malattia di Lyme

Anche detta Borreliosi, è una malattia parassitaria causata delle zecche.  E’ una malattia che colpisce anche gli esseri umani.

I sintomi sono: abbattimento, febbre, zoppia e dolori muscolari; per poi lasciare il posto  – in casi gravi – a  vomito, aritmia e disfunzioni neurologiche.

Come si cura? Con una prevenzione attenta, soprattutto: ricordatevi di somministrare regolarmente l’antizecche! Qualora fosse troppo tardi occorrerà sicuramente optare per una terapia antibiotica, in accordo col vostro veterinario.

Leishmaniosi

Si tratta della classica malattia che viene trasmessa al cane attraverso la puntura di un insetto.

I sintomi sono così vari e generici che è difficile diagnosticarla con esattezza: si va dalla generale spossatezza ai gonfiori, passando per le infezioni degli occhi o la perdita di pelo. Il tempo di incubazione può essere anche di anni!

Non c’è una cura per questa malattia, l’unica cosa che bisogna fare è la prevenzione. A tal proposito è bene somministrare il vaccino al cane e i relativi richiami annuali. Anche se il vaccino non copre totalmente il cane, la copertura è più o meno dell’80%, ma dal momento che è una malattia che può portare alla morte, meglio un 80% che uno 0%.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *