Gatti che non crescono: ecco l’incredibile motivo

Anche se sarebbe un sogno avere dei gatti che rimangono cuccioli per sempre, i gatti, come tutti gli esseri viventi, crescono e in caso contrario di sicuro c’è qualcosa che non va. E’ importante approfondire la questione e conoscere tutti i problemi che possono impedire ad un gattino di crescere e di non raggiungere le dimensioni ‘previste’ dalla sua razza. Ma quanto dovrebbe crescere un gatto e cosa possiamo fare noi per non fermare questo importante processo di crescita?

Un gatto che cresce in modo sano e regolare, solitamente in un anno riesce ad aumentare di diversi kg e ovviamente anche le sue dimensioni cambiano così come la consistenza del pelo. In linea di massima possiamo affermare che un gatto raggiunge la sua ‘dimensione definitiva’ tra i 6 e i 12 mesi di vita, se alimentato e curato correttamente. Ma anche in ambito felino vi sono le eccezioni, come ad esempio il Maine Coon, la cui crescita sembra non fermarsi mai, anche fino a 5 anni di età.

Se un gatto non cresce come dovrebbe è perché ha delle mancanze di vario genere. Vediamo quali sono le cause possibili che influiscono o meno sulla sua crescita:

  • Genetica: il DNA è fondamentale nella crescita del felino. Ma come fare a capire quanto un gatto dovrebbe crescere? Basterà guardare, se possibile, i suoi genitori e fare una sorta di ‘stima’. Naturalmente anche la razza cui appartiene può darci utilissime indicazioni a tal proposito: abbiamo già accennato al Maine Coon che cresce fino a 5 anni d’età. Alcuni consigliano di guardare la crescita delle zampe, così come si fa con i cani, ma non può essere un elemento di valutazione affidabile.
  • Alimentazione: l’apporto nutritivo da dare ai nostri gattini è importante per lo sviluppo di ossa e muscoli. Generalmente il loro peso, a seconda della razza, oscillerà tra i 4,5 kg e i 9 kg. E allora cosa dar loro da mangiare per far sì che crescano in modo sano e corretto? Carne! Infatti l’immagine del gattino che beve dalla ciotola del latte, potrebbe indurre a pensare il contrario: i gatti sono carnivori e sono predatori. Quindi anche il più piccolo dei gattini ha l’istinto cacciatore e si nutre dell’animale che riesce a catturare. Ciò non significa però che non abbiano bisogno anche di mangimi che facilmente possiamo reperire nei negozi di articoli per animali, magari da integrare alla loro solita pappa. Un’alimentazione sbagliata per il gatto può condizionare la sua crescita e addirittura arrivare a bloccarla. L’importante è che la sua dose giornaliera di cibo contenga almeno il 70% di carne e che sia privo di cereali.
  • Anamnesi familiare: in particolare sono da considerare le condizioni della mamma Soprattutto se si tratta di una gatta trovata in strada, denutrita e con possibili malattie, anche i suoi figli potranno avere ripercussioni sul loro stato di salute. In particolare i gattini potranno crescere magri oppure con parassiti intestinali. Meglio consultare il parere di un esperto e portare il gatto in visita.
  • Malattie: diverse sono le patologie che influiscono sulla crescita del gatto fino a bloccarla completamente. Pensiamo al cimurro oppure alla leucemia felina.
  • Nanismo: anche questa potrebbe essere una delle cause, seppur rare, di mancata crescita del felino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *