Coronavirus, diagnosi attraverso la voce: l’algoritmo che analizza le parole e ti rivela se sei malato.

Partito il progetto firmato da Huawei e voicewise dell’università di Roma tor vergata, che prevede dei biomarcatori della voce per l’infezione da covid-19 tramite l’intelligenza artificiale.


Leggi anche:
Loading RSS Feed

Questo studio nasce con l’obiettivo di verificare la possibilità di identificare l’invenzione del coronavirus Mediaworld algoritmi di intelligenza artificiale sviluppati da voicewise.

Questa analisi e volta a misurare il livello di gravità dell’infezione oltre che mi monitorare tutte le fasi della malattia, dalla guarigione alle dimissioni dall’ospedale fino ai pazienti in isolamento domiciliare.

Questa sperimentazione è stata attivata presso l’ospedale dei castelli di Roma il parco tecnologico di Latina il policlinico fondazione San Matteo di Pavia.

Huawei ha fornito la tecnologia ovvero s,e tablet, per permettere attraverso l’utilizzo della webapp di registrare e acquisite le voci dei pazienti nei reparti covid, In modo tale da agire da remoto eliminando così il rischio del contratto.

La sperimentazione è iniziata nel 2009 Grazie all’iniziativa di Giovanni saggio, professore di ingegneria elettronica persona università di Roma tor vergata, che per primo hai immaginato di sfruttare un algoritmo di intelligenza artificiale per analizzare le alterazioni della voce ai fini diagnostici.

L’algoritmo è capace di evidenziare anche piccole variazioni della voce, sia nel caso di malattie degli organi interni che di malattie neurodegenerative, con accuratezza del 95 e il 98%.

Maria tavasci, CEO di voicewise afferma di essere entusiasta di aver trovato un partner come Huawei a sopportare questa importante sperimentazione che potrebbe segnare una svolta nella diagnosi delle malattie come il codice 19.

Per Luigi De vecchis, presidente Huawei Italia, è cruciale importanza è più che mai la collaborazione tra il mondo accademico è quello privato.

Staremo a vedere nei prossimi mesi come si evolverà la situazione per questa nuova sperimentazione.