Scegliere lo sport perfetto per un bambino: ecco una guida

Siamo arrivati a un punto in cui ci piacerebbe far frequentare a nostro figlio un’attività sportiva. Ma come muoversi nel modo giusto? Scegliere lo sport perfetto per un bambino: ecco una guida su come orientarsi.

Sport e bambini

Praticare un’attività sportiva fa bene al corpo e alla mente sin da bambini. Per questo è indispensabile per un genitore pensare di far frequentare al proprio figlio le attività organizzate da palestre o associazioni. Lo sport insegna ai bambini le regole dello stare insieme, la coesione, la partecipazione reciproca, il fare parte di un gruppo. L’attività sportiva permette poi ai bambini si scaricare le loro incredibili energie.

Per un bimbo lo sport è importante come momento di svago, per fare nuove amicizie. Certo gli sport sono tanti e davanti a tante opzioni quasi abbiamo l’imbarazza della scelta. Ma sappiamo quale può essere l’attività migliore per i nostri figli? Scegliere lo sport perfetto per un bambino: ecco una guida su come orientarsi.

Le preferenze personali

La prima cosa di cui tenere conto sono le preferenze personali del bambino. Lo sport prima di tutto deve essere un piacere e nostro figlio deve sentirsi contento tutte le volte che scattano il giorno e l’ora dell’attività sportiva, non esplodere in crisi di pianto perché non vuole andare.

Dobbiamo quindi chiedere a nostro figlio, elencandogli una serie di sport, quale gli piacerebbe fare e, a seguito della sua risposta, informarci sulle attività sportive presenti nella nostra zona abitativa o in quelle limitrofe.

L’indole del bambino

Dopo aver capito quali sport potrebbero piacere a nostro figlio dobbiamo pensare alla sua indole. Lo sport può aiutare molto a crescere sul piano personale. Un bambino timido può essere aiutato molto dal karate ad avere più fiducia in sé. Per un bambino molto dinamico possono essere ideali la ginnastica e il nuoto.

In ogni caso però, è sempre importante e al primo posto la preferenza individuale ovvero ciò che piace o piacerebbe fare al bambino. I genitori non devono mai imporre l’attività sportiva altrimenti i figli, costretti controvoglia a fare una cosa che a loro non piace, inizieranno a odiare lo sport.

L’età

Per scegliere lo sport perfetto per un bambino dobbiamo anche pensare alla sua età. Generalmente la pratica sportiva può partire intorno ai 6 anni. Per i bambini che hanno tra 6 e 8 anni sono indicati sport individuali come lo sci, la danza, il nuoto, la ginnastica.

Per i bambini che hanno più di 8 anni si possono iniziare gli sport di squadra come il calcio, la pallavolo, il rugby e gli sport di coordinazione come il judo e il tennis. Tra gli 8 e i 13 anni i bambini si troveranno nel punto più alto dell’apprendimento sportivo in termini di resistenza, elasticità e senso dell’equilibrio.

L’orario

Quante ore di sport a settimana? Per i bambini di 8 anni tra 4 e 6 ore, per i dodicenni tra 6 e 8. In questo modo no saranno troppo stanchi. Potrebbe essere utile alternare sport di squadra e sport individuali.