Perchè le zanzare pungono proprio me?

Perché le zanzare pungono proprio noi? C’è una sorta di letteratura su questo mistero. Probabilmente abbiamo un buon sapore, sappiamo di buono, ci laviamo oppure non ci laviamo. Oppure, molti dicono che le zanzare colpiscono…le persone maligne. Tra leggende metropolitane e assurdità, questo è un quesito che, se andiamo a seguire le leggende popolari, può dare adito a tutto ed a il contrario di tutto. Proviamo ora a fare un po’ di ordine su un tema di straordinaria attualità, praticamente…sempre, visto che le stagioni ormai non sono più quelle di un tempo (sigh…).

Luoghi di abitazioni

Intanto, dobbiamo fare anche un’analisi mirata dei nostri luoghi, capendo in primis se non ci siano delle condizioni straordinarie. Conta, innanzitutto, capire quali siano le nostre abitudini e i nostri luoghi di residenza. Se state al settimo piano di un palazzo o in aperta campagna, questo conta. In particolare, se state in zone di campagna, con alberi e quant’altro la possibilità è maggior ma non perché siete “sfigati”, bensì perché le zanzare spesso si avvicinano ad acquitrini e poltiglie, che campeggiano dinnanzi alla vegetazione spesso lasciata incolta. E, quelle rare volte in cui passa la disinfestazione, queste zanzare hanno preso già… gli “anticorpi”. Le zanzare di campagna, infatti, sono molto più resistenti rispetto a quelle di città, e rimangono spesso indisturbate a fare i loro giri immensi, manco fossero gli amori cantati da Antonello Venditti.

Fattori di pelle

Detta della condizione quanto primaria sulla differenza tra la zanzara di città e quella ruspante di campagna, andiamo a scoprire quale motivo rende le zanzare così ghiotte del nostro corpo. È una questione di pelle o, per meglio dire, una questione di sangue. Nel podio dei gusti, al terzo posto ci stanno le persone con il sangue di gruppo “A”, poi quelle con il gruppo “B”, al primo posto vincono le persone con il gruppo “0”. Se abbinate a questo il particolare tipo di respiro, che rende praticamente tutti un bersaglio a partire da 150 metri, praticamente abbiamo la certezza quasi assoluta che passerà a farci almeno un salutino. Inoltre, chi è sportivo ha più possibilità di essere punto proprio per la capacità di produrre endorfine e segnali che la zanzara capta. Inoltre, anche chi è in stato d’attesa vede aumentare la probabilità di esser punta da una zanzara, proprio per avere un’antitesi sulla tesi del movimento fisico che attrae gli insetti.

Alimentazione

Oltre l’alimentazione della zanzara, anche la nostra può contribuire a…invitarla a nozze. In particolare, pare che sia proprio la birra uno dei fattori che contribuisca all’avanzata degli insetti. Che si accorga del bicchiere o del fatto che la stiamo bevendo, fatto sta che la zanzara rimane attratta e arriva sin da noi. Altro fattore, mica tanto da sottovalutare, è quello del peso corporeo, con la zanzara che va a…nozze se trova persone particolarmente corpulente. Così come predilige le persone che vestono di nero. Dunque, se siete a una festa della birra, siete particolarmente sudate, ferme come un tronco di pino a tracannarvi una birra dopo l’altra e seduti di nero…la probabilità di incontrare una zanzara è pressoché certa.