BMW : ritorna al ring con la nuova 128ti

Mancava da ben 16 anni una versione ti nella gamma BMW.Ora la sigla ha fatto il suo rientro sulla Serie 1 è più precisamente sulla pressione 128 variante hatchback a trazione anteriore.

La sigla in italiano sta per turismo internazionale volta di individuare un’auto orientata alla guida sportiva che non penalizza il confort e la sfruttabilità quotidiana.

Una tradizione che BMW condivide con Alfa Romeo e che affonda le sue radici negli anni 60 quando belline come le 1600, 1800, 2000 e 2002 Ti garantivano un bel po’ di cavalli sulle persone normali.

L’obiettivo della casa non è cambiato perché col 4 cilindri 2.0 turbo da 265 cavalli, la 128 punti su prestazioni elevate da GTI e allo stesso tempo intende colmare il voto con la 120d da 190 CV, la 120i da 178 e la m135i da 306 cavalli.

C’è il torsen. Per gestire 265 cavalli e 400 NM di coppia, il motore abbinato a un cambio automatico a 8 marce, affiancata un differenziale autobloccante meccanico torsen, che lavora al 31% quando si richiede potenza in modalità traction e al 26 in rilascio.montaggio sospensioni m sport con taratura ribassata di 10 mm e ammortizzatori più rigidi al retrotreno.

È stato rivisto anche lo sterzo Per compensare l’agilità del retrotreno, ritirate anche i controlli elettronici e il sistema alb che gestisce lo slittamento delle ruote.

Anche l’impianto frenante è quello m sport con pinze a 4 pistoncini e dischi da 360 mm davanti e 300 mm sull’asse posteriore. La nuova 128 garantisce lo 0 -100 in soli 6,2 secondi e supera i 250 km orari senza molta fatica. Insomma sembra che con questa nuova autovettura BMW sembra tornata alle origini.