Hai trovato un cane abbandonato? Ecco cosa devi fare

Ogni anno in Italia vengono abbandonati circa 50 mila cani, con il picco maggiore durante i mesi estivi, quando i padroni decidono di “sbarazzarsi” del proprio amico a quattro zampe per godersi le vacanze “senza pensieri”; questi sono i dati forniti dalla Lega Anti Vivisezione.

Abbandono dei cani: reato penale

Nonostante le numerose campagne di sensibilizzazione promosse ogni anno e nonostante abbandonare il proprio cane costituisca reato penale punibile con l’arresto fino ad un anno o con l’ammenda da 1.000 a 10.000 euro, purtroppo questa è una prassi ancora oggi molto diffusa e che viene “giustificata” con scuse alquanto discutibili (non si ha tempo da dedicargli, trasloco in una nuova casa, il cane è troppo esuberante e impegnativo da gestire, l’arrivo di un figlio ecc..).

Hai trovato un cane abbandonato? Ecco cosa devi fare

Ma cosa bisogna fare se ci si trova nella situazione di imbattersi in un cane che è stato abbandonato? Innanzitutto bisogna cercare di non spaventarlo e farlo scappare, per cui meglio evitare di corrergli incontro per cercare di prenderlo; al contrario è più utile richiamare la sua attenzione parlandogli dolcemente in modo da rassicurarlo e non farlo sentire in pericolo. Dopo essere riusciti ad avvicinarsi sarebbe utile improvvisare un guinzaglio di fortuna con quello che si ha a disposizione, così da evitare che il cane scappi e anche per allontanarlo da eventuali pericoli.

Dopodiché la prima cosa da fare è controllare se il cane abbia indosso una medaglietta identificativa con i riferimenti del proprio padrone, in modo tale da poterlo contattare (il cane infatti potrebbe anche essere scappato).

Il cane è stato Abbandonato o smarrito?

Anche se a primo impatto potrebbe sembrare che la cosa migliore da fare per aiutare il cane abbandonato sia portarlo a casa con te, in realtà così facendo si ostacola la corretta procedura dei soccorsi. Infatti un cane che vaga da solo non necessariamente è stato abbandonato ma potrebbe essersi smarrito: seguire delle poche regole aiuterà i suoi padroni a ritrovare il loro amico a quattro zampe.

Se il cane non possiede una targhetta identificativa che consenta di contattare direttamente il proprietario, ciò che si deve fare quando lo si avvisti in aree urbane è chiamare la Polizia Municipale (il numero varia da municipio a municipio) o il numero verde del comando dei Carabinieri per la tutela dell’ambiente (800 253 608). La polizia cercherà di rintracciare i padroni altrimenti  l’animale dovrà passare obbligatoriamente 10 giorni al canile, durante i quali  potrà essere affidato solo al legittimo proprietario (se ci sono i presupposti per farlo). Successivamente si potrà ricorrere all’affido temporaneo riservato a chi lo ha soccorso o a chiunque desideri adottarlo, a patto che possieda i requisiti necessari. Solo dopo 60 giorni l’affido diventerà definitivo.

Cane abbandonato in autostrada

Se invece ci si imbatte in un cane abbandonato in autostrada, non bisogna fermarsi perché si potrebbe creare una situazione pericolosa per se stessi e per il cane, in tal caso bisogna contattare la Polizia Stradale e segnalare il chilometro esatto dell’autostrada dove è stato visto il cane, descrivendolo nei dettagli.