Come attivare su Edge la migliore funzione su Chrome.

A partire dalla versione 85.0.4183.103 di Chrome, gli utenti possono finalmente usare una nuova funzionalità estremamente utile: il raggruppamento delle Tab. questa funzione può darci moltissimo a tenere le Tab in ordine su schermi non molto grandi, e quindi si rivela essenziale per riconoscere le decine di schede che sono aperte. La cosa invece che non tutti sanno e che è possibile raggruppare le Tab su Edge.

Da metà gennaio 2020 anche il browser Microsoft Edge è basato sul progetto chromium, ovvero gli stessi codici su cui è basato Chrome e gli altri broswer basati su chromium,come opera, Epic, Vivaldi, blisk e Colibri.

Questo non vuol dire che sei una novità arriva su Chrome allora lo possiamo trovare automaticamente su tutti i browser.

Infatti Microsoft non ha ancora portato il raggruppamento delle Tab sulla versione di age destinata al grande pubblico. Esiste però un modo per poterla attivarla.

Per trovare una di quelle che forse è una delle migliori funzioni di Chrome, dobbiamo andarsela a cercare sotto il cofano tra i cosiddetti “flag”.si trattano di quelli impostazioni nascoste del browser alle quali si accede inserendo nella barra degli indirizzi digitando: edge://flags/.

Per la precisione se stiamo cercando il raggruppamento delle tab su Edge, dobbiamo andare in Edge://flags/#tab-groups. qui troveremo una casella di scelta preimpostata su default ed ho proprio quella che dovremo selezionare per scegliere Enabled.

Una volta fatto ciò ci verrà chiesto di riavviare il browser per attivare i tag group su Edge. Arrivati a questo punto è solo un serramento identico a quello di Chrome. Per raggruppare le Tab dovremo selezionarne una, fare clic destro su di essa e scegliere aggiungi scheda al gruppo. A questo punto verrà creato il nuovo gruppo identificato da un’icona a pallino e dovremmo solo trascinare le altre schede verso il pallino per inserirle all’interno del gruppo.

È possibile modificare il nome colore del gruppo facendo clic destro sul pallino, ovviamente vi consigliamo di dare nomi corti perché vedremo proprio il nome al posto del l’icona per non sprecare troppo spazio.