Latte d’asina, indicato per neonati prematuri e non solo

Il latte d’asina è un latte di alta qualità e di eccellenza, e nonostante l’asino sia da sempre ritenuto un animale inferiore e spesso considerato stupido, questo elemento e così completo e prelibato da essere adatto all’alimentazione dei più piccoli.

Questo latte infatti è molto indicato in caso di nascita prematura e pretermine dove i bambini sono più delicati, oppure anche per i bambini nati a termine che però risultano essere allergici o intolleranti alle proteine del latte.

Il latte d’asina, un latte costoso ma completo

Questo tipo di latte e un’ottima alternativa in quanto la sua composizione è molto simile a quella del latte materno, e quindi non solo garantirà il nutrimento necessario alla crescita del bambino, ma risulterà essere facilmente digeribile anche nel caso di bambini che debbano nutrirsi esclusivamente di questo alimento.

Il latte in questione è molto costoso poiché risulta essere veramente un prodotto di alta qualità,in quanti è meno grasso e ricco di vitamina A e D e di altre sostanze quali la lisozima e lattoferrina, che riescono a rinforzare l’attività dei batteri buoni che si svilupperanno all’interno dell’intestino e garantiranno le azioni basilari all’ organismo, agendo con proprietà probiotica.

Questo latte inoltre, risulta essere molto dolce ed per questo che i neonati lo amano, e ciò a seguito dell’ alta presenza di lattosio che riesce a garantire l’ assorbimento del calcio. Il livello di caseine presenti all’interno di questo latte è più basso rispetto a quello vaccino, ed è per questo motivo che la probabilità di intolleranza è minima.

Tutti possono assumere questo tipo di latte, dai bambini agli anziani, ed è proprio in quest’ ultima fascia di età che si possono avere molti benefici, tra cui e la prevenzione contro l’osteoporosi.

Dove comprare il latte d’asina e quanto costa?

Il latte d’asina è presente sotto diverse formulazioni, in quanto può essere acquistato fresco piuttosto che pastorizzato, e ciò in base all’uso che se ne intende fare.

Come abbiamo detto, si tratta di un latte molto costoso, poiché un litro di questo latte può arrivare a costare anche 10 €.

Il latte d’asina per i piccoli prematuri

Qualora si verificassero delle nascite di bambini prematuri bisogna considerare l’ipotesi di nutrirli con il latte d’asina, in quanto spesso quello materno  non può essere somministrato in quanto in seguito alla mancata soluzione data una nascita troppo anticipata, il latte non viene prodotto in maniera adatta a sostentare la organismo del bambino.

Il latte d’asina si rivela essere la scelta ideale in quanto i rischi di intolleranza sono quasi inesistenti, ed è un alimento altamente digeribile e allo stesso tempo può integrare tutte le sostanze che garantiscano al piccolo una crescita rapida e apprezzabile.

Nonostante tutti i benefici riscontrati in questo tipo di latte, bisogna valutare anche alcuni piccoli svantaggi, come ad esempio l’intolleranza verso il lattosio in quanto se ne sconsiglia l’assunzione poiché questo alimento è ricco di lattosio,e anche la facilità con cui porta ad un aumento della glicemia, il che lo rende un alimento totalmente escluso dalla dieta dei diabetici.