WhatsApp, come capire se siamo stati bloccati e che cos’è il ghosting.

Ritorniamo a parlare del colosso di messaggistica, in questo articolo parleremo di come capire se un utente ti ha bloccato e se siete quindi vittima del famoso ghosting.

È da molto tempo che la piattaforma acquistata da pochi anni fa da Mark Zuckerberg ha ingranato la quinta ingrandendo il suo sviluppo, E dopo qualche bug a livello mondiale, ora abbiamo un applicazione di messaggistica istantanea più precisa e affidabile del pianeta.

Sono stati implementati aggiornamenti nei quali alcune persone ancora oggi si stupiscono, basti pensare alle chiamate vocali, messaggi vocali e alle videochiamate.

Purtroppo però non sempre la comunicazione tra due individui procede in modo piacevole, può capitare a volte che quindi decidiamo di bloccare qualcuno su WhatsApp. Ci può capitare ad esempio con un ex che non vogliamo più nella nostra vita, uno sconosciuto che ha recuperato il nostro numero in qualche modo, un amico con il quale non abbiamo più a che fare. Ma come facciamo a capire se siamo stati bloccati, ovvero se siamo stati protagonisti di quello che viene definito come ghosting.

Ci sono tre parametri da considerare, Se tutte e tre sono veri allora l’altra persona ci ha bloccato e non potremo più contattarla.

Ecco i tre parametri:

Scompare l’immagine del profilo della persona con cui chattiamo.

Non è più visibile l’ultima volta che è stato on-line.

i messaggi che inviamo hanno una sola spunta grigia, questo perché non arriveranno mai a destinazione.

Questi sono i tre parametri dal quale si può capire se qualcuno ci ha bloccati, Basta che uno di questi tre parametri non risulta essere rispettato allora significa che una persona in questione non ci ha bloccati.