Borse di studio INPS 2020: requisiti, importo e come fare domanda

I figli dei dipendenti pubblici che frequentano le scuole medie inferiori o superiori, degli istituti tecnici o delle università potranno richiedere le borse di studio dell’INPS se in possesso dei determinati requisiti e limitazioni reddituali oltre al merito scolastico. Potranno effettuare la domanda anche gli studenti che frequentano un istituto scolastico all’estero, purché risulti legalmente riconosciuta dal Ministero dell’Istruzione.

Borse di studio INPS 2020: requisiti, importo e come fare domanda

Le borse di studio Inps sono destinate a quegli studenti che rispettano determinati requisiti reddituali e di merito e che pertanto possono richiedere un sussidio economico. La borsa di studio è richiedibile anche dai figli o dagli orfani di genitori dipendenti di Poste Italiane o di coloro che sono iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale.

Borse di studio Inps 2020: i requisiti

La prima condizione per poter richiedere il beneficio di borsa di studio Inps è quello di aver effettuato l’iscrizione presso uno dei seguenti istituti:

-Istituti scolastici italiani di ogni ordine e grado, che siano scuole medie o superiori;
-Scuole italiane all’estero riconosciute dal Ministero dell’Istruzione;
-Scuole europee con sede in uno Stato appartenente all’Unione europea riconosciute dal Ministero dell’Istruzione;
-Istituti stranieri, i cui corsi siano legalmente riconosciuti equivalenti a quelli italiani.

Infine, le borse di studio sono riservate ai figli:
-dei dipendenti del Gruppo Poste Italiane S.p.A.,
-degli iscritti alla gestione unitaria delle prestazioni creditizie e sociali,
-dei dipendenti ex Ipost, sottoposti alla trattenuta mensile dello 0,40% di cui all’articolo 3 della legge n. 208 del 27 marzo 1952,
-dei pensionati utenti della Gestione ex dipendenti Pubblici,
-degli iscritti alla Gestione Assistenza Magistrale,
-ai pensionati ex dipendenti dell’ex Ipost.

Ogni bando Inps, inoltre, prevede requisiti differenziati per quanto riguarda i limiti di reddito (ISEE) e i criteri di merito. Ogni istituto di ordine e grado differente prevede differenti fattori da tenere in considerazione: ad esempio la media dei voti, il numero di presenze in aula e altro. Sono esclusi dal beneficio tutti coloro che percepiscono altri sussidi economici erogati dall’Inps per l’anno scolastico in corso.

Borse di studio Inps: come fare richiesta e come avviene la selezione

Per effettuare la richiesta e beneficiare delle borse di studio Inps occorre innanzitutto soddisfare i precedenti requisiti elencati e rientrare nei limiti reddituali e nei criteri di merito previsti per ogni singolo istituto scolastico. La domanda si effettua in via esclusivamente telematica, pena la non considerazione della richiesta. Le modalità di presentazione della domanda sono riportate nel bando Inps.

Accedendo con le proprie credenziali, il PIN e lo SPID è possibile scegliere la sezione “Borse di studio per scuola di primo e secondo grado, università e ITS“. Una volta raggiunta la piattaforma occorre scegliere tra servizi per lavoratori e pensionati e premere su Inserisci domanda.

La domanda va compilata nel pieno delle sue sezioni inserendo i contatti telefonici e l’indirizzo email, poi tutti i voti conseguiti al termine dell’anno scolastico precedente, compreso il voto di condotta e quello dell’educazione motoria, escluso invece il voto di religione, eventuali debiti formativi del precedente anno scolastico, il codice Iban dello studente maggiorenne, del genitore o del tutore se minorenne e tutte le ulteriori informazioni richieste nel modulo di domanda.

Una volta raccolte le domande, l’Inps procederà alla formulazione delle graduatorie sulla base dei limiti reddituali, congiuntamente ai requisiti di merito. Per tali motivi alla richiesta andranno allegati i documenti relativi all’ISEE e le valutazioni universitarie e scolastiche, ovvero la media dei voti.