Risparmiare e investire insieme è possibile? Ecco cosa dovresti fare

In questa guida investimenti e risparmio potrete trovare una serie di informazioni molto utili al fine di gestire al meglio il vostro capitale attraverso un giusto risparmio ed un giusto investimento. Attraverso le guide investimenti qui presenti potrete trovare le migliori offerte del momento, integrate con le migliori azioni, i migliori titoli, i migliori approfondimenti in merito al risparmio e investimenti in tempo di crisi compreso anche un approfondimento al trading online che oggi si presenta come uno dei migliori metodi per investire e guadagnare soldi da casa.

Differenza tra risparmio e investimento

Preme anche sottolineare un elemento molto importante che tantissimi trader purtroppo ancora oggi non comprendono e riguarda la differenza tra risparmio e investimento. Molto spesso confondiamo i termini risparmio e investimento utilizzandoli impropriamente come sinonimi, o anche utilizziamo risparmiatori ed investitori per indicare una situazione analoga. Purtroppo il più delle volte questo non è possibile in quanto le differenze tra le categorie sono notevoli, e non sono parole similari poiché intendono concetti differenti e hanno a che fare con variabili fondamentali come il rischio.

Il risparmio lo possiamo definire come la quota di reddito percepito che si sceglie di non consumare immediatamente per far fronte a spese straordinarie future. Parte o quota del risparmio può poi essere utilizzato per l’investimento. Quindi l’unico collegamento esistente tra risparmio e investimento riguarda la quota di risparmio che si decide di investire e non li possiamo intendere come sinonimi.

Di contro l’investimento può essere inteso:
-in senso strettamente economico (come ad esempio l’acquisto di un bene a sostegno dell’azienda o del benestare della famiglia);
-sia in termini finanziari (come ad esempio l’acquisto di un’azione, o di un’obbligazione o di un fondo comune con l’obiettivo di veder accrescere il proprio capitale).

Investire per ottenere qualcosa non è sinonimo di raggiungimento dell’obiettivo il quale non rimane per niente scontato senza considerare che a volte il risultato può anche essere negativo, compromettendo il capitale investito.

Ma allora è meglio risparmiare o investire? Punti di vista.

Non tutti i risparmiatori sono degli investitori e non tutti gli investitori sono dei risparmiatori. Vi sono soggetti dediti maggiormente al rischio che investono senza risparmiare come ad esempio i trader che investono nel trading online con il trading Forex, i quali permettono di ottenere dei guadagni potenzialmente maggiori rispetto ai semplici investimenti effettuati in titoli di stato e buoni fruttiferi postali, ecc.

Vi sono poi invece soggetti che non vogliono per nessuna ragione al mondo investire ma sono protesi per un risparmio costante e duraturo. In questo caso questi soggetti vedono di buon occhio depositare presso un istituto bancario o postale i propri risparmi e lasciarle parcheggiate lì per non correre rischi.

Ma vi è anche un altro punto molto importante fondamentale per il risparmio e l’investimento: la propensione al rischio. Più si rischia più è alto il rendimento in caso di performance positiva, ma più elevata è la perdita qualora la performance fosse negativa.
Molti preferiscono l’investimento, dal momento che il denaro tende a perdere potere d’acquisto nel tempo a causa dell’inflazione; di conseguenza tenere i soldi fermi a risparmio potrebbe non essere la soluzione migliore.