Nintendo: madre pretende 5 milioni di risarcimento per il Joy con drifting.

Spesso può accadere che le componenti hardware delle console presentino qualche difetto, come abbiamo visto accadere in questi anni, la storia più nota al pubblico e quella di Joy con drifting. Per tutti quelli che non ricordano l’accaduto si tratta della tendenza delle levette analogiche di Nintendo switch, ad attivare un input di comando anche se non vengono toccate.

Ora una madre, insieme al figlio di 10 anni, chiede 5 milioni di risarcimenti al Nintendo.

La donna, Luz Sanchez, ha inviato un reclamo nella California del Nord, nella sua causa legale chiede 5 milioni di dollari di risarcimento per i danni subiti, affermando che il controller ha iniziato a subire il Joy con drifting dopo un mese dall’acquisto della Nintendo switch, esattamente nel dicembre 2018.

Dopo un anno il problema era così pronunciato da rendere impossibile utilizzare la console, La donna ha acquistato un set di Joy con nuovi, ma il problema è riapparso dopo vari mesi, Nintendo ha offerta riparazioni gratuite ma secondo gli avvocati non è sufficiente visto che la società continua a vendere le console a prezzo pieno e senza informare gli utenti del potenziale problema.

Queste accuse arrivano all’organizzazione dei consumatori francesi che sta facendo causa Nintendo per obsolescenza programmata e pratiche anti consumatori. Nel luglio 2019 un class action è stato mosso contro Nintendo of America, nella quale è poi stata coinvolta anche la versione light della console che pare soffrire dello stesso problema.

Certamente non si tratta di una bella notizia se pensiamo solo ai 5 milioni di risarcimento per una singola famiglia e forse anche un po’ troppo. Ovviamente saranno le persone di competenza a decidere, noi come sempre rimarremo aggiornate sulle vicende legate ai Joy con drifting.