Bonus 500 euro per la manutenzione dell’auto: cosa fare per averlo

L’Osservatorio Autopromotec pensa a tutti quegli automobilisti che non possono permettersi di cambiare la propria auto. Così arriva la proposta di mettere in campo un bonus di 500 euro da adoperare per la manutenzione e riparazione delle autovetture. Questo bonus consentirebbe anche a chi non può permettersi di comprare una vettura nuova, di mantenere in buone condizioni la propria macchina.

Non è tutto, in quanto un provvedimento del genere consentirebbe di migliorare la sicurezza stradale e sarebbe particolarmente utile anche per contenere le emissioni di gas nocivi. Se i cittadini che vivono in città hanno facili accessi a nuove modalità di spostamento, come ad esempio i veicoli elettrici ed ecologici, queste soluzioni mal si adattano a chi non vive nei grandi centri. Ecco che pensare ad un bonus in grado di aiutare gli automobilisti meno abbienti a mantenere la propria auto in buone condizioni diventa di vitale importanza.

Un provvedimento a favore degli automobilisti e non solo

Si tratta di un bonus che andrebbe a vantaggio non solo degli automobilisti ma anche dei lavoratori nel settore della riparazione ed assistenza auto. Parliamo di una realtà che effettivamente dona un rilevante apporto all’intera economia del nostro Paese, rappresentando anche un patrimonio per la comunità. Dunque, una misura che andrebbe a sostenere ed aiutare non solo gli automobilisti ma anche i meccanici, oltre a garantire maggiore sicurezza stradale e minori emissioni di gas nocivi alla salute del nostro ambiente. Il Governo, secondo l’Osservatorio Autopromotec dovrebbe davvero prendere in considerazione questa proposta perché non farebbe altro che migliorare l’attuale situazione.

Il funzionamento del bonus manutenzione e riparazione

Vediamo ora di capire il meccanismo alla base del bonus ed il suo funzionamento. La proposta dell’ Osservatorio Autopromotec è quella di fare in modo di inserire le spese relative la manutenzione e riparazione di auto ad uso privato, tra quelle che possono essere detratte nella dichiarazione dei redditi 2022. Dunque, questa particolare agevolazione verrebbe riconosciuta in riferimento al periodo d’imposta 2021, il tutto per una somma pari al 50% delle spese sostenute per mettere in sicurezza la propria automobile. L’ammontare del bonus non sarà superiore a 500 euro per ogni veicolo e nel limite delle risorse a disposizione. Naturalmente, per accedere alla misura bisognerà avere a disposizione una valida documentazione fiscale, che attesti l’ammontare delle spese sostenute. A tal proposito è meglio conservare la fattura, la ricevuta fiscale, oppure effettuare pagamenti ben tracciabili ad esempio tramite Pos e bonifico bancario. Questo sarebbe utile anche a limitare il fenomeno dell’evasione fiscale, che purtroppo caratterizza il nostro Paese.

Autovetture ed ambiente

Si stanno sviluppando sempre di più nuove modalità di spostamento con mezzi green. Lo scopo è quello di salvaguardare la salute dell’ambiente in cui viviamo, andando a limitare le emissioni di Co2 e non solo. Sono molti i Paesi che hanno già abbracciato la filosofia green, investendo su mezzi di trasporto alternativi, che possano garantire la velocità, la potenza e l’efficacia anche inquinando meno delle vecchie vetture. Non a caso sono numerosi gli incentivi per l’acquisto di nuove auto e la rottamazione delle vecchie macchine. Un aspetto molto importante, che ha convinto tanti automobilisti a cambiare macchina per acquistarne di nuove, nel pieno rispetto dell’ambiente. Anche le auto elettriche sono aumentate nel corso degli anni, popolando le nostre città. Queste sono perfette per brevi spostamenti, dunque ideali per muoversi in città. Un settore in pieno sviluppo, che sicuramente farà il futuro del mercato automobilistico nel corso dei prossimi anni.