Quanto vale oggi un Bitcoin? Pazzesco, ecco quanto puoi guadagnare

La criptovaluta del Bitcoin ha raggiunto il prezzo di 9600 dollari USA e si trova in una fase laterale, ma tende a cambiare nel tempo il suo valore. Durante gli ultimi 10 anni, il prezzo del Bitcoin è stato caratterizzato da importanti movimenti rialzisti e ribassisti. Tra i momenti salienti della criptovaluta, ricordiamo i massimi di 20 mila dollari raggiunti a cavallo tra il 2017 e 2018, oppure il grande recupero nel 2020 dal tonfo sui 5000 dollari USA dovuto all’emergenza sanitaria Covid-19.

Il Bitcoin ha aumentato la sua popolarità in maniera molto rapida grazie proprio ai suoi grandi aumenti di prezzo in situazioni economiche disastrose. Il Bitcoin è stato infatti definito dagli esperti come una specie di “rifugio sicuro”. Tuttavia, a causa del fatto che i rifugi sicuri tendono a mostrare una correlazione negativa con le attività considerate a rischio il Bitcoin non ha mai mostrato una chiara correlazione con alcun asset.

Non sempre però comprare il Bitcoin (ed aspettare che il prezzo salga) è la soluzione ideale per guadagnare. Le criptovalute sono infatti un asset class molto volatile, che potrebbe quindi sostenere cambiamenti di prezzo repentini e di grande entità, anche in un solo giorno. Gli investitori che decidono solo di comprare, rischiano di perdere il proprio investimento. Perché? Molto semplice: c’è il rischio che rimangano “bloccati” con posizioni d’acquisto, mentre invece il prezzo del Bitcoin si sposta al ribasso.

Quanto vale un Bitcoin in euro

Sono in tanti a chiedersi quali sono gli aspetti tecnici e fondamentali che pesano sull’andamento futuro del Bitcoin. Continua a leggere per scoprire la risposta a questa domanda. Comprare il bitcoin è un tipo d’investimento finanziario diverso rispetto all’acquisto di azioni o obbligazioni, in quanto il bitcoin non è una società come Apple o Google

. Quindi, non esistono bilanci aziendali o altri dati tecnici da controllare. Inoltre, a differenza degli investimenti in valute tradizionali, il Bitcoin non viene emesso da una banca centrale o sostenuto da un governo. Quindi la politica monetaria, i tassi di inflazione e le misurazioni della crescita economica che tipicamente influenzano il valore della valuta, non si applicano al bitcoin. Al contrario, i prezzi dei bitcoin vengono influenzati dai seguenti fattori:

  • Il costo di produzione di un bitcoin attraverso il processo di estrazione della criptovaluta (mining);
  • L’offerta di bitcoin e la domanda del mercato;
  • La ricompensa inviata ai miners di bitcoin per la verifica delle transazioni sulla blockchain;
  • Il numero di criptovalute concorrenti;
  • La governance interna;

Cercare di rispondere con precisione alla domanda “Quanto vale il Bitcoin?” È praticamente impossibile e viene giustamente da chiedersi cosa sia necessario fare per investire in modo serio. Come abbiamo già visto, effettuare l’acquisto non è l’unica azione disponibile. Per chi vuole proteggersi dai possibili crolli del mercato (guadagnando) segnaliamo la possibilità di utilizzare i CFD (Contratti per Differenza). Se desideri conoscere che cosa sono nel dettaglio, continua a leggere qua sotto.