Antiche monete: se in casa hai una di queste diventi ricco

Le monete rare ti fanno diventare ricco: quali sono le monete euro rare e le monete di valore in lire più preziose e come fare soldi? Le monete molto rare, se vendute a collezionisti o negozi specializzati in antiquariato e numismatica, garantiscono delle entrate spesso molto interessanti.

Il valore delle monete rare, nella maggior parte dei casi, sale in base alla loro scarsità, come nel caso di monete 2 euro rarissime, e al loro stato di conservazione. Le regole base del funzionamento di domanda e offerta valgono anche nel caso di monete rare: più il bene è scarso e in buone condizioni, più il valore di euro rari e monete rare italiane sale.

Antiche monete: se in casa hai una di queste diventi ricco

Allo stesso modo delle lire rare, le monete rare possono far guadagnare cifre inaspettate. Grazie alla loro storia e alla loro rarità, le monete di valore assicurano un sostegno alle proprie entrate, trasformando un oggetto trovato in qualche mercatino, in cantina o in un vecchio portafoglio, in liquidità grazie alla vendita in negozi specializzati e ad appassionati di numismatica. Esistono inoltre dei siti dell’usato e siti specializzati in acquisto e vendita di monete rare su internet.

Euro rari
Tra gli euro rari, inaspettatamente per la maggior parte del pubblico, troviamo delle monete rare di alto valore, tra cui:

-Euro rari 1 centesimo. Coniata dall’Italia, questa moneta da 1 centesimo vale dai 2.500 ai 7.000 euro grazie alla sua estrema rarità. La causa è un difetto di conio: viene rappresentata la Mole Antonelliana, ma è un errore, visto che la sua presenza è prevista nelle monete da 2 centesimi e non in quelle da 1 centesimo, nelle quali è invece prevista la rappresentazione di Castel del Monte. Questi centesimi “sbagliati” sono circa 7.000. Può valere fino a 1.500 euro se a fior di conio, ovvero in perfette condizioni, e se presente nel cofanetto da collezione originale.

-Euro rari di Città del Vaticano. Emessi nel 2005 da Città del Vaticano, si stima una tiratura massima di 100.000 pezzi e un valore di circa 250 euro. La moneta rara è stata creata in occasione della ventesima Giornata Mondiale della Gioventù.

-Euro rari della Filarmonica di Vienna. In edizione speciale, dedicata alla Filarmonica di Vienna, questi euro rari sono in oro puro 24 carati e vengono emessi in valori di 10, 25, 50 e 100 euro, che si differenziano tra loro in base a peso e dimensione. Vengono emesse ogni anno.

Lire rare

Tra le vecchie lire che valgono di più gli elementi che più incidono sul valore sono lo stato di conservazione e la vecchiaia della moneta.

  • Lire 1958

Emesse dalla Repubblica Italiana nel 1958, questa tipologia di 2 lire rare può valere dai 100 ai 500 euro in base allo stato di conservazione.
Sono caratterizzate dalla presenza di un’ape in altorilievo su una facciata, mentre l’altra presenta un ramoscello di ulivo. Un valore più alto spetta, invece, alla moneta da 50 lire, che può valere dai 50 ai 2.000 euro.

  • Lire 1955

Di un valore tra gli 800 e i 1.300 euro, le lire emesse nel 1955 valgono una piccola fortuna. Questa moneta da 100 lire – in acmonital, acciaio – mostra su una facciata il profilo di una testa di donna con corona di alloro, ovvero Italia laureata, mentre l’altra riporta la Dea Minerva.

  • Lire 1956

Le 5 lire datate 1956, seppur abbastanza diffuse, possono vantare un valore che sfiora i 2.000 euro.

  • Lire 1947

Con oltre 70 anni di storia, queste monete rare dal valore di 10 lire hanno un corrispondente economico, ad oggi, tra i 4.000 e i 6.000 euro.