Hai le 10 lire del 1955? Sei ricco: ecco quanto valgono!

Varia molto il valore delle 10 lire a seconda dell’anno in cui sono state coniate.
L’esemplare che fa sfregare le mani ai collezionisti è sicuramente quello del 1947. Le 10 lire del 1947 sono rarissime e possono valere addirittura fino a 5.000, 6.000 euro.

Discorso diverso per le 10 lire del 1954, a differenza delle precedenti, non sono così rare ma quelle conservate fior di conio valgono circa 70 euro ciascuna. Quindi possiamo dire che nonostante non siano così preziose come quelle del 1947, queste lire, se sono in ottimo stato sono comunque molto ricercate.

Poi ci sono le 10 lire del 1955. No, quelle non fanno di certo gola come le altre! Vengono considerate solo quelle fior di conio ma pensate che anche perfette possono valere solo fino a 20 euro ciascuna.

5 lire del 1954 e le 5 lire del 1956 – Valutazione

Non fatevi ingannare dall’anno, le 5 lire del 1954 non sono così di valore come le 10 lire del 1954. Se siete in possesso di una di queste monetine, tenetele ancora un po’ a casa come ricordo e aspettate qualche altro anno prima di venderle, adesso il loro valore è praticamente nullo.

Discorso diverso invece per le 5 lire del 1956; ne esistono solo 400.000 esemplari e, se conservate in maniera ottimale, possono valere dai 50 ai 1500 euro. A queste sì che dobbiamo volgere la nostra attenzione.

Le 100 lire del 1955 – Valore e tiratura

Le 100 lire del 1955 non sono da ritenersi rare, la tiratura di 8.600.000 esemplari fa sì che queste monete siano molto diffuse. L’interesse numismatico è rivolto soltanto agli esemplari fior di conio, difficili da reperire. In questi casi il valore commerciale può raggiungere cifre intorno a, udite udite, 1200 euro!

Le 50 lire del 1958

Le monete da 50 lire del 1958, nonostante ne esistano 825.000, non sono facilmente reperibili. Il loro valore varia dai 20 euro per un esemplare usurato ai 2.000 euro in perfetto stato di conservazione.

Monete rare e altre lire di valore: 500 lire del 1957

Tra le monete rare italiane tanto contese dai collezionisti non ci sono solo le lire tradizionali ma anche le lire “proof” o di prova. Si parla di monete, appunto, prodotte per prova. Un esempio sono le 500 lire del 1957. Le 500 lire tradizionali con le tre caravelle di Cristoforo Colombo hanno un valore che si aggira intono alle 100 euro ma le 500 lire in argento di prova del 1957, caratterizzate dalla stampa con le bandiere che sventolano a sinistra, valgono fino a 10 o addirittura 15.000 euro per una “fior di conio”. Le versioni dichiaratamente di prova delle 500 lire con le tre caravelle furono stampate in appena 1004 esemplari.