Quanto vale un tappeto antico? Incredibile, ecco la risposta

Nell’articolo di questa sera andremo a parlare di tappeti, non è un argomento di cui si parla spesso, ma noi abbiamo deciso di darvi qualche informazione, anche per stabilire se un tappeto è di valore o meno. Molte volte ci poniamo una domanda, com’è possibile che due tappeti molto simili tra loro hanno due prezzi completamente diversi? Cosa fa cambiare il prezzo, ad esempio se un tappeto costa 100 euro e un altro praticamente uguale costa 1000 euro?

Ovviamente ciò che incide sul prezzo di un tappeto sono vari fattori, quindi noi oggi abbiamo deciso di gettare le basi per riconoscere un tappeto antico e magari anche di valore, da uno che invece non vale molto, o comunque non è antico. A partire dal prezzo base, viene valutata la qualità artistica e la qualità della fattura viene confrontata con quella di tappeti simili appartenenti allo stesso stile per poi raggiungere il prezzo finale.

Il primo fattore che incide sul prezzo di un tappeto sono le dimensioni, per annodare un tappeto di grosse dimensioni occorre più tempo, e questo può renderlo più caro. Poi anche i colori possono influire sul prezzo di un tappeto, questo perchè la  maestria con cui i colori sono combinati nel tappeto e il tipo di colorazione delle materie prime richiede tempo, e tecniche diverse, per cui il tempo che si impiega e maggiore e il prezzo è più elevato.

Ancora, c’è è una grande differenza per quanto riguarda la lavorazione e la qualità delle materie prime tra un tappeto persiano ed un tappeto indiano. Allo stesso modo, le condizioni sono diverse tra un tappeto da atelier ed un tappeto annodato da nomadi. Poi se il tappeto presenta un motivo a tutto campo o singolo, il motivo più piccolo influisce sul prezzo. Se si tratta di un motivo dettagliato che ha richiesto un tempo maggiore di annodatura, il prezzo sarà più elevato.

Le materie prime utilizzate e la loro qualità sono un fattore importante nella determinazione del prezzo. Un tappeto in seta, ad esempio, è più caro di un tappeto in lana. Perfino il materiale utilizzato per l’ordito è importante. Un tappeto tessuto è notevolmente più rapido da realizzare di un tappeto annodato a mano. Il tipo di nodo utilizzato e la densità di nodi hanno una notevole importanza. Un tappeto dalla elevata densità di nodi è più costoso in quanto la sua realizzazione richiede più tempo.

Un tappeto antico annodato a mano è spesso più costoso, ma non è l’età a fare la differenza. Spesso un tappeto più vecchio ha un charme che gli è stato donato dal tempo e che è difficile riscontrare nei tappeti di nuova produzione. Se il tappeto è in buone condizioni e privo di danni è naturalmente più costoso di uno consumato, rovinato o dai colori stinti. La differenza tra tappeti vecchi e nuovi, tuttavia, è complicata dal fatto che, della produzione vecchia, solo i tappeti migliori sono giunti fino a noi. Ovviamente il rezzo poi varia da tappeto a tappeto, sarebbe difficile stabilire in questo articolo i prezzi di tutti i tappeti antichi in circolazione. Ma comunque si possono vendere e acquistare su siti specializzati.