I due euro commemorativi UEM: ecco quanto valgono!

Nell’articolo di questa mattina andremo a parlare di una moneta che fino ad ora non abbiamo ancora visto, ovvero i due euro commemorativi UEM. Questo due euro è stato coniato e messo in circolazione in Italia nel 2009, ma quanto valgono questi due euro? Molto spesso capita che abbiamo delle monete nel portafoglio, e non le controlliamo, probabilmente sono i collezionisti controllano le loro monete, ma dovremmo iniziare a farlo tutti, in quanto, potrebbe capitare di vere tra le mani delle monete rare, di valore, e non saperlo.

Prima di dirvi quanto valgono questi due euro commemorativi, spieghiamo prima cosa si intende per euro commemorativi. Gli euro commemorativi, sono delle monete generalmente, ma anche banconote, che vengono coniate in onore di qualche personaggio importante, o per ricordare un avvenimento importante. Ogni Paese può coniare massimo due esemplati commemorativi in un anno, non di più.

I due euro commemorativi UEM: ecco quanto valgono!

I due euro UEM rientrano proprio negli euro commemorativi, sono stati emessi dalla Repubblica Italiana ed anche molto difficile da trovare, rispetto a tante altre monete. Come detto pocanzi, questo 2 euro è stato emesso nell’anno 2009, in occasione dei 1 anni della nascita dell’Unione Economica Monetaria. Le due date che sono riportate sulla moneta sono 1999–2009, sono presenti sul Dritto della moneta, volendo essere più precisi.

Questa moneta è molto bella esteticamente, e incuriosisce il disegno che è stato inciso su di essa. Sulle monete commemorative UEM, infatti, è rappresentato un “omino”, che sta a rappresentare i cittadini dell’Unione Europea, ma non è tutto, forse non tutti lo sapete, ma questo disegno è stato proprio scelto dai cittadini dell’UE, il tutto è stato regolato con un sondaggio online. L’autore del disegno è George Stamatopoulos, uno scultore, che conia le monete presso la Banca di Grecia.

Sono state emesse 22 mila esemplari di questa moneta, e ad oggi sono molto difficile da trovare. Se sei in possesso di uno di questi pezzi rari in stato di conservazione perfetto, hai tra le mani una moneta che oggi vale 3,26 euro, un valore che probabilmente non fa gola a nessuno, ma si tratta comunque di una moneta da avere nella propria collezione. Col passare del tempo ne varrà sicuramente di più. Ovviamente il valore è variabile, in quanto dipende dalle condizioni, ad esempio in Fior di Conio potrebbe arrivare anche a 5 euro, o viceversa, se in cattive condizioni potrebbe valere meno.