Conti corrente esteri: attenzione, ecco quali evitare!

Questo pomeriggio parleremo di un argomento molto interessante per chi ha intenzione di aprire un conto corrente estero. Molti italiani pensano che aprendo un conto corrente estero possono ottenere dei vantaggi, ma, come molte altre cose, questa soluzione presenta sia dei vantaggi che degli svantaggi. Per questo motivo bisogna fare attenzione, bisogna valutare bene anche il Paese dove aprire il conto corrente online, vediamo insieme come si apre un conto corrente estero online, ma anche quali sono i rischi di questa soluzione.

I motivi per cui si decide di aprire un conto corrente estero sono essenzialmente due, ovviamente trascurando il fatto che sia una soluzione per chi si trasferisce per motivi professionali, o perché ci si trasferisce in pianta stabile, ma in questo caso, generalmente ci si apre un conto corrente estero direttamente sul posto, per chi, invece, dall’Italia lo apre on-live, è sostanzialmente per due motivi: costi minori e maggiori rendimenti. Vogliamo anche specificare che è assolutamente un’operazione legale, si può fare senza nessun problema, non è pericoloso. Anche il conto offshore non è illegale, ovviamente a patto che i soldi che vengono versati siano leciti.

Prima abbiamo parlato di prestare attenzione al Paese che si sceglie per aprire il conto corrente estero, secondo le ultime ricerche i Paesi che sembrerebbero essere più sicuri ma anche più convenienti dal punto di vista del guadagno sono: Cipro, Serbia, Vietnam, Bangladesh, Mongolia, Brasile, Repubblica Ceca, Lussemburgo, Svezia, Panama, Guatemala, Hong Kong e Singapore.

Per trovare il miglior conto corrente estero bisogna fare qualche ricerca, in questo modo si possono avere più informazioni in modo da farsi un’idea delle offerte proposte. Prima di scegliere il conto corrente estero da aprire bisogna valutare varie cose, come i costi di gestione, la tassazione, i rendimenti e che documentazione è richiesta. Fortunatamente gran parte di queste banche hanno a disposizione dei siti internet multilingue e quasi tutti hanno disponibile la versione in inglese, per poter capire meglio.

Conti corrente esteri: attenzione, ecco quali evitare!

Dopo aver fatto tutte queste premesse, ed aver spiegato un pò come funzionano e quali sono i più sicuri, dobbiamo passare anche agli aspetti negativi, ci sono infatti dei fattori da tenere in considerazione per evitare errori, perché altrimenti si corrono vari rischi, e noi ora andremo a vederne qualcuno.

Abbiamo detto che è assolutamente legale aprire un conto corrente estero pur essendo italiani, ma bisogna considerare che la situazione può cambiare, ad esempi ose dovesse scoppiare guerra civile, o nel caso di una crisi economica o, ancora, una crisi diplomatica. Oltre questo, bisogna considerare che i rendimenti molto elevati comportano anche maggiori fattori di rischio default. Un altro fattore è l’inflazione, per cui un’impennata potrebbe compromettere i guadagni attraverso gli interessi attivi del conto.