Hai ancora le 500 lire di carta? Il valore è sbalorditivo

Benvenuti nel nostro secondo articolo della giornata, oggi andremo a parlare delle 500 lire di carta per chi le avesse ancora, dategli una controllata, potrebbero valere una fortuna e non lo sapete. Vediamo insieme come riconoscerle e quanto possono valere. Ricordiamo, come ogni articolo, che sia le banconote che le monete, se sono in Fior di Conio, valgono molto di più, viceversa, se in condizioni non perfette varranno leggermente meno.

Hai ancora le 500 lire di carta? Il valore è sbalorditivo

Le banconote da 500 lire vennero stampate per la prima volta, in Italia, nel 1874 dalla Banca Nazionale nel Regno d’Italia, quando il Re d’Italia era Vittorio Emanuele II. Ne sono poi state stampane di diverse, che rappresentavano anche situazioni diverse. Vediamone qualcuna, ma soprattutto vediamo quanto valgono.

500 Lire del Banco di Sicilia del 1876
Queste banconote da 500 lire sono molto ricercate dai collezionisti. Se le avete conservate bene e si trovano in buono stato possono valere anche 3000 euro, una cifra che fa molta gola, quindi date una controllata alla vostra collezione.

Le 500 Lire del Banco di Napoli
Questa 500 lite di carta se in buono stato possono valere anche 7500 euro. Su questa banconota è raffigurato Leonardo Da Vinci ed è stata stampata nel 1903, mentre quella restaurata vale 6500 euro, quindi un valore elevato anche in questo caso.

500 Lire di Carta “Grande C”
La Banca d’Italia, dopo alcuni anni, apportò delle modifiche alla prima banconota che era stata coniata. Sulla seconda versione della 500 lire di carta vennero illustrate dall’artista Senese Rinaldo Barbetti nel 1896. Questa edizione venne chiamata “Grande C”. Dove la C corrisponde a cinquecento. Se possiedi la 500 lire di carta del 1950 ha per le mani una fortuna, perché vale 10 mila euro.

Le 500 Lire di Carta di Capranesi
Questa banconota venne stampata nel 1919 e fu disegnata da Capranesi. Questa 500 Lire di carta vale circa 900 euro, ovviamente il valore può variare a seconda delle sue condizioni.

La Banconota da 500 Lire “Ornata di Spighe”
Questa versione della banconota venne coniata nel 1947 e firmata sulla filigrana da Luigi Einaudi, ex governatore della Banca d’Italia. Su questa banconota è raffigurato Cerere con la testa Ornata di spighe, da qui il nome della banconota. Se hai questa banconota del 1947 ha tra le mani 400 circa.