Hai questi centesimi di euro? Pazzesco, ecco il loro valore

La moneta unica utilizzata in Italia è l’euro. All’euro appartengono sia banconote che monete con diversi valori, tra le monete abbiamo i centesimi, conosciuti, talvolta, come ramini. I centesimi di euro sono delle monetine di piccole dimensioni e non stanno simpatiche a tutti, perché molto spesso si accumulano nei portafogli senza riuscire ad utilizzarli, ad esempio molti distributori non le accettano, i caselli autostradali, alcuni supermercati con casse automatiche, insomma, alcune volte è veramente difficile smaltirli.

Non a caso negli ultimi periodi si stava valutando l’opzione di dire addio sia alle monetine da 1 centesimo che quelle da 2 centesimi. Queste monete, pur valendo ben poco, tenendo conto del loro valore nominale, possono valere una fortuna, perché sono rare o perché presentano degli errori di conio, ed ora andremo a vedere quali sono queste monete di valore e anche quanto valgono. Quindi prima di ritenerle inutili e volervene liberare, dategli prima un’occhiata, magari avete tra le mani una fortuna e non lo sapevate.

Hai questi centesimi di euro? Pazzesco, ecco il loro valore

Cominciamo a parlare delle monetine che valgono meno ovvero le monete da 1 centesimo, però, nonostante il valore nominale molto basso, infatti con un centesimo non si riesce a comprare nulla, alcune di queste monetine possono valere centinaia di euro, in particolar modo quelle che presentano degli errori di conio, come l’un centesimo su cui è riportato un monumento insolito, che solitamente ritroviamo impreso sulle monetine da due centesimi, stiamo parlando delle monete da 1 centesimo con rappresentata la Mole Antonelliana, che solitamente si torva sul 2 centesimi, al posto di Castel del Monte. Questo errore di conio fa aumentare notevolmente il valore di questi ramini. Siccome di queste monete non ce ne sono molte in circolazione, se in Fior di Conio possono valere fino a 3000 euro, ovviamente tenendo conto che le condizioni devono essere perfette, altrimenti il valore tende a diminuire, ma valgono pur sempre molto.

Ancora altre monete di valore da 1 centesimo, seppur non rare e di valore come la precedente, sono le monete del 2003 della Repubblica di San Marino che, se in Fior di Conio, vale 10 euro, e anche la moneta incisa solo sul retro e senza alcuna indicazione dell’anno di emissione, vale 550 euro, sempre in Fior di Conio. Questo per quanto riguarda le monetine da 1 centesimo, passiamo ora a quelle da 2 centesimi di euro.

Tra le monetine da 2 centesimi, quella che ha un valore maggiore rispetto alle altre è la moneta da 2 centesimi R, la quale è stata coniata in Vaticano nell’anno 2002 e se in Fior di Conio vale ben 110 euro

In ultimo, rientrano sempre tra i ramini, abbiamo le monetine da 5 centesimi. Anche in questo caso, come nei precedenti, di per sé non vale molto, ma alcune presentano delle particolarità che ne determinano un valore maggiore come nel caso dei 5 centesimi della Repubblica di San Marino che sono stati coniati nel 2003 e che valgono 10 euro, ancora, i 5 centesimi coniati dalla Zecca di Roma sempre nell’anno 2003 e che valgono 15 euro, in ultimo, forse quelli che hanno un valore maggiore, sono i 5 centesimi coniati al Vaticano nell’anno 2002 e possono valere anche 40 euro, ricordiamo, sempre se sono in buono stato.