Vecchie monete greche: quanto valgono oggi?

Eccoci ritrovati con un altro articolo, questa volta parleremo delle vecchie monete greche e cercheremo di rispondere ad un quesito che forse in molti si pongono, ovvero, quanto valgono queste monete oggi? Cominciamo con il dire che si tratta di monete molto antiche, circolate nel 400 A.C., molto ricercate da alcuni collezionisti, non solo per l’antichità di queste monete, ma proprio perché affascinati dalla storia dell’antica Grecia. All’epoca le monete greche erano decisamente diverse da quelle che conosciamo oggi. A quel tempo consistevano in semplici pezzi di metallo con inciso una piccola sigla o un disegno che aveva la funzione di distinguere la città di provenienza e il valore. Solo dopo il 400 A.C. le monete greche hanno subito dei cambiamenti.

Gli esemplari di monete greche antiche sono moltissimi, per questo motivo è abbastanza difficile stabilire tutti i loro valori, anche perché il valore dipende dalla rarità, dalle condizioni di conservazione, dall’interesse che hanno i vari collezionisti, quindi è un insieme di fattori a determinare poi il valore di queste vecchie monete.

Tra le monete antiche greche più ricercate dai collezionisti, è da citare il Tetradracma, messo in circolazione nei primi anni del 500 A.C., e anche diversi esemplari di Statere, un’antica moneta greca che all’epoca circolava in molte città, che si contraddistingue per la sua quotazione variabile. Queste monete a seconda delle loro condizioni possono valere da pochi euro fino anche a 600 euro, in base alla moneta stessa, se siete interessati ad approfondire questo argomento, e volete sapere precisamente il valore delle monete che avete, provate a cercarle sui siti specializzati, troverete tutti i prezzi per le monete che avete.