Allerta bollette: ecco di quanto aumenteranno!

Le bollette sono tra le voci di spesa più importanti per le famiglie. Quando le si nomina, è necessario ricordare che aumenteranno. Anzi, per essere precisi, sono già aumentate. Scopriamo da quando e di quanto.

Bollette: quando sono aumentate?

Quando si parla degli aumenti delle bollette, è necessario ricordare che tutto è partito con l’inizio del mese di ottobre 2020. Questo è avvenuto a seguito di un forte ribasso avvenuto nel corso del secondo trimestre del 2020 e riguardante sia l’elettricità, sia il gas. A seguito di questo cambiamento, le bollette hanno ripreso quota, tornando a livelli che da molti sono stati definiti pre Covid.

Giusto per dare qualche parametro in merito, facciamo presente che, dati alla mano, la famiglia di tipo 1 è andata incontro a degli aumenti pari al 15,6% per la bolletta del gas e di 11,4 per quanto riguarda quello elettrica.

Per quanto riguarda quest’ultimo aspetto, è doveroso sottolineare anche il naturale aumento della domanda fisiologico all’inizio della stagione più fredda dell’anno. Questo aumento, arrivato con la ripresa economica a seguito del primo lockdown, non è stato preso bene dalle associazioni di consumatori.

Come sottolineato dal Presidente del Codacons Carlo Rienzi, la speranza è quella che, prima o poi, si arrivi alla riduzione della tassazione che viene applicata sulle bollette energetiche e della luce elettrica. Oggi come oggi, infatti, è molto alta.

Per rendersene conto, basta rammentare che, sulle bollette del gas, i consumatori finali si trovano a pagare oltre il 45% di tasse. Per quanto riguarda l’elettricità, invece, si parla di un peso pari al 31% circa per quel che concerne le tasse.

Come evitare di far lievitare la bolletta

Chiarito questo aspetto, è il caso di soffermarsi sui passi da compiere per evitare che la bolletta lieviti a Natale. Tra i consigli utili in merito, rientra il fatto di tenere conto che, per esempio, quello straordinario simbolo di Natale che è il presepe se particolarmente complesso, caratterizzato per esempio dalla presenza di una piccola cascata d’acqua, può portare al consumo di 1,60 euro al giorno circa di energia.

Inoltre, è opportuno sottolineare l’importanza di sostituire le lucine tradizionali con quelle a LED. Per dare un parametro dell’impatto di questa scelta, facciamo presente che, con le lucine a LED, si spende una cifra 7 volte inferiore rispetto a quella delle luci tradizionali. Concludiamo esortando a fare attenzione anche alla diffusione della musica, soprattutto se la si tiene per tante ore al giorno.