Perchè questi quadri valgono così tanto? Ecco la verità

Torniamo ancora una volta a parlare del valore dei quadri e capiamo insieme quali sono le varie caratteristiche che devono avere. Sono infatti veramente tante le cose da controllare prima di essere sicuri che il proprio quadro sia di valore e quando si parla proprio di valutare un’opera d’arte bisogna essere certi al 100% di ciò che si vuole acquistare o vendere.

Per riconoscere un quadro di valore dobbiamo dunque affidarci ad esperti che sappiano veramente valutarne l’autenticità ed in questa maniera anche chi non è addetto ai lavori potrebbe riuscire a trovare qualche bella occasione per guadagnare con i quadri.

Ma andiamo a vedere quali sono le tre cose da fare per capire se un quadro ha realmente valore o meno. Innanzi tutto dobbiamo munirci di una lente di ingrandimento e riuscire ad esaminare anche i più piccoli dettagli. Dobbiamo controllare che il colore non sia alterato dall’umidità o dagli sbalzi di temperatura. Gli esperti del settore utilizzano delle lampade wood per analizzare i propri quadri ed in questa maniera riescono a vedere tutto: anche ciò che il nostro occhio nudo non riesce a notare. Infatti questo strumento grazie alle radiazioni elettromagnetiche riesce anche ad individuare le banconote false.

Dobbiamo dunque fare anche una datazione del telaio e per far questo abbiamo bisogno di un esame spettoscopico che riesce a scoprire la reale età dal nostro telaio. Infine dovremo fare una analisi ad infrarossi: questa è una tecnica che viene utilizzata dai più esperti e si basa sempre sul principio della lampada ma viene comunque svolto un lavoro ancora più accurato. Questo viene utilizzato infatti per quadri che possono assumere valori molto elevati.

I quadri più costosi al mondo

Concludiamo il nostro articolo andando a vedere quali sono i tre quadri più costosi del mondo. Al terzo posto troviamo il ritratto di Adele Bloch Bauer. Questo vale ben 143 milioni di dollari ed è stato realizzato da Gustav Klimt nel 1907. La tecnica utilizzata è l’olio su tela ed il quadro è di 138cm x 138cm. Attualmente il proprietario è Maria Altmann che lo ha acquistato nel 2006.

Vale solo 2 milioni in più il quadro Donna III realizzato da Willem de Kooning nel 1953 che ha utilizzato, anche in questo caso, la tecnica di olio su tela. Il quadro è grande 172×123 centimetri e l’attuale proprietario è David Geffen che lo ha acquistato nel 2006.

Il quadro più costoso del mondo è invece No.5 realizzato dal Jackson Pollock nel 1948 e vale ben 148 milioni di dollari. La tecnica utilizzata, in questo caso, è l’olio su fiperboard e le dimensioni del quadro sono di 2,4×1,2 metri. L’attuale proprietario è David Martinez che lo ha acquistato nel 2006.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.