Addio alle banconote: ecco cosa sta accadendo!

pagamenti-elettronici

Il mondo della finanza è cambiato tantissimo negli ultimi anni. Per quanto riguarda il futuro, si parla sempre di più di un possibile addio alle banconote, a prescindere dalla nazione di riferimento. Nelle prossime righe di questo articolo, vediamo assieme qualche informazione in merito.

Pagamenti virtuali: il caso della Cina

Per capire come cambieranno i pagamenti nel prossimo futuro, è il caso di fare un esempio con il quale tutti abbiamo a che fare. Quale, di preciso? Quello del pagamento alla cassa del supermercato. Sono tantissime le persone che, quando arriva questo momento, tirano fuori dalla borsa il portafoglio e, subito dopo, strisciano la carta di credito sul pos. C’è ovviamente anche chi utilizza i “vecchi” contanti.

Bene: questi approcci al pagamento potrebbero presto essere parte del passato. Per essere precisi, in alcune zone del mondo la situazione è già come descritto prima. In Cina, per la precisione nelle città di Shenzen, Suzhou, Chengdu e Xiong’an, è stata avviata nei mesi scorsi la prima sperimentazione mondiale su larga scala di utilizzo della moneta virtuale.

Con il nome – non ancora ufficiale – DEC/EP, non è basata su un sistema di crittografia. In un quartiere di Suzhou, il governo locale ha addirittura iniziato a pagare in questo modo i dipendenti pubblici.

Questi ultimi, devono semplicemente scaricare sul proprio smartphone personale un’app. Il denaro ricevuto potrà essere poi utilizzato presso alcuni esercizi commerciali appositamente abilitati e coinvolti nell’esperimento.

A questo punto, è naturale chiedersi come funziona questa tecnologia in concreto. Per rispondere è necessario rammentare che in ogni singolo smartphone esiste un codice unico che identifica sia il device, sia la persona, sia il conto corrente. Si tratta del QR code, un quadratino con il quale abbiamo a che fare da anni.

Per trasferire soldi dal proprio conto a quello di un’altra persona – p.e. un parente al quale vogliamo fare un regalo – basta avvicinare i due device inquadrando il codice. In pochi secondi, il gioco è fatto.

Come già detto, questo sistema, secondo gli esperti, potrebbe presto portare all’addio al contante. Il caso della Cina è emblematico: da diversi anni ormai, nel Paese orientale l’utilizzo delle denaro contante è notevolmente ridotto e si punta sempre di più su metodi di pagamento che coinvolgono app come WeChat e AliPay. L’obiettivo è quello di arrivare, nel corso del tempo, a macinare vittorie nella lotta contro il riciclaggio di denaro sporco.