Vecchie monete italiane: classifica delle più ricercate

Le vecchie lire italiane sono a dir poco affascinanti e ricche di storia. Prive di corso legale da diversi anni, possono rappresentare una straordinaria opportunità di guadagno. Esistono diversi pezzi particolarmente richiesti dai collezionisti. Si tratta infatti di vecchie monete italiane che, se vengono trovate in fondo a un cassetto, devono essere tenute. Scopriamo assieme quali sono.

Lire italiane che valgono tantissimo

Quando si parla delle vecchie monete italiane che valgono tanto, un doveroso cenno deve essere dedicato alle 50 lire Vulcano del 1956. Si tratta di una moneta che, come è chiaro dalla denominazione stessa, si contraddistingue per la presenza dell’effige del dio Vulcano che batte sull’incudine.

Quanto vale questa moneta? Si parla di un range compreso tra i 20 e i 70 euro. In caso di monete in fior di conio, ossia pezzi conservati nel migliore dei modi e che praticamente non hanno circolato, si arriva a un valore fino a 120 euro.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare delle vecchie monete italiane che valgono una fortuna. In questo novero è possibile includere le 10 lire Pegaso. Questo pezzo, caratterizzato dalla presenza del mitologico cavallo alato su una faccia e di un ramo di olivo sull’altra, ha un valore che, se conservata nel migliore dei modi, è pari a circa 4mila euro.

Cosa dire, invece, della lira arancia? Innanzitutto che si tratta di una moneta del 1947 del valore di 1 lira. Come dice il nome stesso, si contraddistingue per la presenza, su una delle facce, di un ramo di arancio. Sull’altra, invece, è presente il profilo di una donna con spighe tra i capelli. Quanto vale questa moneta dell’immediato dopoguerra? Se è in stato di conservazione ottimale, si ha a che fare con una cifra che si aggira attorno ai 1.500 euro.

Rimanendo sempre nel 1947, è doveroso citare il caso della moneta da 2 lire, che può avere un valore di circa 1.800 euro (ovviamente parliamo sempre di pezzi conservati in fior di conio).

Dove trovare antiche monete italiane

Per acquistare monete italiane del passato, i riferimenti sono vari. Tra i primi a venire in mente ci sono indubbiamente siti come eBay, che però non sono il meglio per chi si interessa di numismatica.

La soluzione giusta è concentrarsi su portali come Catawiki che, essendo verticali sul settore, consentono di usufruire di perizie da parte di esperti, il che garantisce la possibilità di pagare ogni singolo pezzo né troppo, né troppo poco.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *