Truffa del Gratta e Vinci: ecco in cosa consiste

Sono anni che ormai in Italia è sempre più diffusa la corsa alla Lotteria istantanea dei “Gratta e Vinci”, sperando che in uno di questi biglietti ci sia la fortuna che cambi in un attimo la vita. Ebbene non è proprio così, infatti bisogna sapere che la possibilità di una vincita milionaria attraverso questi tagliandi è quasi pari allo 0%, mentre quella di recuperare i soldi spesi varia tra il 18 e il 36%. Quindi si può ben capire che non esiste truffa meglio organizzata di questa per scucire i soldi dalle vostre tasche e purtroppo non finisce qui.

La truffa dei rivenditori

Come se non bastasse, oltre alla truffa già dichiarata dello Stato che mette in circolazione pochissimi biglietti vincenti, c’è da aggiungere quella di alcuni rivenditori, che mettono in vendita solo “Gratta e Vinci” perdenti tenendo per sè stessi i vincenti. Vi starate chiedendo come è possibile fare ciò? Ve lo spieghiamo subito.

La truffa funziona così: il rivenditore gratta leggermente il biglietto nel punto in cui può essere rivelato il codice che consente alla strumentazione elettronica di verificare se il tagliando è vincente o meno. Individuati quelli vincenti, li tiene per sé versando l’importo dovuto per l’acquisto in modo da non destare sospetti. Infine mette in vendita solo quelli di cui aveva già ha accertato la mancata vincita.

La truffa degli ex dipendenti Lottomatica

Oltre a quella dei rivenditori è stata scoperta una truffa ancor più enorme sui “Gratta e Vinci”, architettata proprio da alcuni ex dipendenti della Lottomatica.

A scoprire la truffa è stata la Guardia di Finanza con la collaborazione della stessa Lottomatica. Si è risaliti a 12 persone che tra il 2015 e il 2019 hanno intascato una somma pari a 27 milioni di euro, grazie ai “Gratta e Vinci”.

Queste persone hanno violato il sistema informatico di Lottomatica per acquisire informazioni riservate sia in merito all’individuazione dei biglietti vincenti di importo apicale, sia alla loro localizzazione presso i rivenditori (data e luogo di consegna).

Dopo è bastato avvalersi della complicità di familiari ed amici per recarsi nei punti vendita ed acquistare i biglietti vincenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *