Cosa succede se ti rubano una carta di credito? Ecco le conseguenze

Fino a qualche anno fa le carte di credito venivano usate in Italia in maniera molto minore rispetto a tutti gli altri paesi europei e mondiali, ma da quando il Governo ha inserito il cashback e tanti altri incentivi per chi effettua pagamenti con carte di credito, l’uso è aumentato a dismisura anche nel nostro Paese.

C’è da dire che le carte di credito sono molto sicure, al contrario di quanti alcuni pensano, basta solo seguire delle piccole regole per evitare truffe, che comunque sono sempre dietro l’angolo.

Oltre alle truffe online, come ad esempio il phishing, e offline, un altro aspetto che spaventa molto i potenziali utilizzatori delle carte di pagamento è l’eventualità che queste possano venire rubate, garantendo così l’accesso ai propri risparmi al malintenzionato di turno. Anche qui, però, basta agire tempestivamente per limitare i danni o persino evitarli del tutto.

Se non sapessi come comportarti in caso di furto o smarrimento della tua carta di credito, ecco spiegato quel che devi fare, passo dopo passo.

In caso di furto blocca la carta di credito

In caso di furto o smarrimento, la primissima cosa da fare è bloccare la carta di credito, in modo che i malintenzionati non possano utilizzarla. Per fare ciò devi contattare il circuito che ha emesso la carta al numero verde che potrai trovare facilmente sul suo sito internet. Normalmente, questi servizi sono attivi 24 ore su 24, per cui non aspettare, ma chiama subito. Quando parli con l’operatore spiega bene l’accaduto e chiedi di procedere al blocco della tessera. Ricorda di annotare il nome dell’operatore con cui parli, data e ora della telefonata, oltre all’eventuale codice di blocco che ti verrà comunicato: sono tutti dati che potrebbero tornarti utili nei passaggi successivi.

Sporgi una denuncia

Il passo successivo che devi compiere dopo aver bloccato la carta di credito è quello di sporgere denuncia presso il più vicino posto di Polizia o Carabinieri. È importante fare questo anche in caso di semplice smarrimento della carta: in questo modo ti metterai al riparo da eventuali azioni fraudolente che qualche malintenzionato potrebbe compiere usando la tessera di pagamento intestata a te. Racconta alla Polizia l’accaduto, specificando bene le modalità del furto o dello smarrimento. Presta attenzione affinché ti rilascino una copia della denuncia, poiché ti servirà per farti consegnare una carta di credito nuova dalla tua banca o circuito emittente e per procedere alla richiesta di rimborso di eventuali spese fatte da terzi con la tua tessera.

Invia la copia della denuncia a chi ha emesso la carta

La copia della denuncia rilasciata dalle forze dell’ordine va inviata a chi ha emesso la carta, così potrai ricevere una nuova carta. Fatto questo richiedi l’estratto conto della carta e se nel periodo in cui la carta sia stata rubata sono stati effettuati pagamenti può richiedere il rimborso, l’ente che ha emesso farà dei controlli e se tutto sarà in regola provvederà al risarcimento.

Quindi se non vuoi incappare in tutto questo tran-tran di corsi e ricorsi, ti consigliamo di conservare attentamente la tua carta di credito.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *