Truffa di Marshall: di cosa si tratta veramente?

Il mondo del trading online è in continuo sviluppo e dietro ogni cosa che ha successo si nascondono le insidie delle truffe, perchè i malfattori non si lasciano mai cogliere impreparati. Molto diffusa negli ultimi anni in questo campo è la truffa di Marshall, che in molti avranno sentito nominare, ma che forse non conoscono fino in fondo. Ecco in questo articolo spiegheremo di cosa si tratta.

Perchè è stata chiamata truffa di Marshall

La truffa in questione prende il nome dalle isole Marshall situate nell’oceano pacifico e conosciute come un vero paradiso fiscale.

Indagini approfondite hanno portato a galla che tutte le maggiori truffe riguardanti il trading online partono proprio da quelle isole, precisamente da Majuro e tutte dalla stessa compagnia, la Trust Company Complex.

E’ stato appurato che questa è una compagnia fantasma, creata proprio per mascherare sezioni di multinazionali più importanti o di società di investimento anche molto grosse e influenti, ma che allo stesso tempo ha prodotto non pochi broker truffa che hanno causato enormi danni ai cittadini europei.

Le autorità mettono in guardia: bisogna diffidare dalle facili pubblicità

Le autorità competenti per cercare di contrastare la truffa hanno messo in guardia gli investitori nel campo del trading online, la cosa da fare è quella di diffidare dalle facili pubblicità, che promettono guadagni esorbitanti.

Diffidare dalle pubblicità è la prima arma di difesa contro le truffe, mentre la seconda viene fornita proprio dalle regolamentazioni. Se un broker è regolamentato, è impossibilitato in ogni modo a attuare una torsione illegale ai propri servizi. E del resto perché dovrebbero?

Quindi massima attenzione per i trader, i quali possono consultare prima di un eventuale investimento la black list di piattaforme fraudolente, aggiornate in base alle ultime regolamentazioni, alle ultime registrazioni e alle ultime denunce.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *