Torna la truffa della donazione: ecco cosa possono farvi

Sembrava essere stata debellata in estate ed invece è ritornata la truffa della donazione dopo mesi di silenzio. Sapete di cosa si tratta? No? Bene siete capitati nel posto giusto, in questo articolo vi spiegheremo la truffa e come stare attenti a non cascarci.

Questa truffa avviene tutta tramite e-mail, dove una benefattrice in fin di vita avrebbe scelto proprio voi per donarvi una somma di denaro ingente, purtroppo in un periodo di tremenda crisi come questo dove tutti ci aggrappiamo ad una speranza, questa diventa un’ancora di salvezza che invece si tramuterà in una perdita di denaro.

Come funziona la truffa della donazione

La truffa inizia con una mail ricevuta sul vostro pc o smartphone dove una vecchietta in fin di vita vi annuncia che ha deciso di regalare a voi la sua eredità, ad una persona sconosciuta che gli è stata indicata da Dio.

Si parla di cifre grosse che superano anche il milione di euro e l’unica che viene chiesta è di rispondere alla sua mail. Una volta risposto dopo ore arriverà un’altra mail, questa volta del gestore dei beni della “povera” anziana malata (logicamente un complice), che vi rassicurerà sulla veridicità della cosa, chiedendovi solo le vostre generalità.

Il giorno dopo arriverà un’altra mail di questo fantomatico gestore dei bene, che dirà di essere un funzionario bancario e che ha preparato tutti i documenti per la donazione, l’unica cosa da fare e firmare il foglio che vi manderà e rinviarlo, dovrete solo pagare 260 euro al suo IBAN per regolare il contratto.

A questo punto nel caso decideste di pagare, sappiate che andrete incontro alla perdita dei vostri 260 euro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *