Allerta conto corrente: ecco perchè i tuoi soldi sono a rischio

Soprattutto in questo momento di crisi, è normale informarsi sulle modalità migliori per gestire i soldi. Se ti stai facendo domande in merito, nelle prossime righe puoi trovare alcune specifiche utili relative ai motivi per cui non sempre vale la pena tenere i soldi sul conto.

Conto corrente: ecco perché i soldi possono essere a rischio

Quando si parla dei motivi per cui, in alcuni casi, può non essere la scelta migliore tenere troppa liquidità sul conto corrente, è il caso di ricordare il rischio che la banca fallisca. La cronaca degli ultimi anni è ricca di esempi di istituti di credito che, per fattori come i troppi crediti inesigibili, sono falliti. Alla luce di ciò, considerare il conto come un riferimento su cui dirottare tutta la propria liquidità.

Si potrebbe andare avanti ancora molto a parlare dei fattori che possono rendere rischiosa la scelta di tenere tutti i soldi sul conto corrente. In questo elenco è possibile citare il fatto che, in virtù dell’inflazione, che tra l’altro è recentemente tornata positiva, alcune banche applicano tassi negativi sui conti. Ciò significa che ai correntisti viene di fatto chiesto di pagare per tenere fermi i soldi.

Questo implica il fatto che, quando si lasciano i sodi sul conto corrente, non si apprezza alcun rendimento sulla liqudità. Al contrario, si ha a che fare con un decremento del potere d’acquisto.

Facciamo altresì presente il rischio di pignoramento del conto nell’eventualità di insolvenze, per non parlare delle imposte. Giusto per dare qualche numero in merito, facciamo presente che, in caso di conto con una giacenza media pari a 5mila euro, si parla di una somma di 34,2 euro, il cui pagamento si può evitare orientandosi verso strumenti finanziari con oneri più contenuti, pari a massimo lo 0,2%.

Concludiamo ricordando che, tra le alternative per diversificare la gestione finanziaria, è possibile includere i libretti postali, i buoni fruttiferi postali, i fondi monetari. Chi non vuole investire, può optare per lo spostamento di parte delle proprie risorse economiche su un portafoglio virtuale come Paypal.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *