Nuovo Bonus INPS: ecco la grande novità

L’ultima Legge di Bilancio ha approvato una serie di misure e provvedimenti utili per “venire incontro” dal punto di vista economico, principalmente racchiusi nell’ultima versione del Decreto Ristori ed uno dei Bonus sviluppato per supportare i titolari di partite IVA, una delle categorie maggiormente messe in ginocchio dalla pandemia, è il bonus ISCRO che può portare fino a 800 € mensili.

Cos’è il Bonus ISCRO?

Si tratta di una misura ancora considerabile sperimentale, erogata dall’INPS dopo la verifica di determinati requisiti comunicati dal richiedente, nella fattispecie si tratta di una sorta di cassa integrazione a cui potranno attingere lavoratori autonomi e liberi professionisti che hanno spesso costituito, come detto, la parte più colpita dalla crisi pandemica.
Nel dettaglio sono considerabili “idonei” all’ottenimento di questo bonus chiunque rientri nella descrizione nell’articolo 53 del D.P.R. n. 917 oltre a dimostrare di essere iscritti al fondo pensionistico denominato Gestione Separata INPS.
Sono esentati dal bonus sia chiunque percepisca già qualsiasi tipo di previdenza (ad esempio il Reddito di Cittadinanza), sia i lavoratori che sono già iscritti a qualsiasi ordine professionale. Infine, questa sorta di “cassa integrazione” verrà percepita solo ai lavoratori che potranno dimostrare di aver effettivamente visto un calo nel reddito di almeno il 50 % rispetto alla media di quelli percepiti nell’ultimo triennio.

A quanto ammonta?

La misura varia da un minimo di 250 € ad un massimo di 800 €, per un totale di sei mensilità, e rappresenterà il 25 % dell’ultimo reddito reso noto all’Agenzia delle Entrate.
Per fare richiesta del bonus, è necessario collegarsi al portale ufficiale dell’INPS, dove oltre ai propri documenti, sarà opportuno presentare una documentazione con i propri redditi percepiti nei tre anni precedenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *